Varese su rotaia

Pubblicità, Serie 2800

La motrice 2875 viaggia da oltre una settimana con la pubblicità integrale del portale dell’ufficio di turismo della città di Varese. Varese #DoYouLake è il sito turistico ufficiale della Camera di Commercio di Varese, dove trovare informazioni, aggiornamenti, descrizioni, immagini e video che raccontano gli splendidi panorami, la natura, il patrimonio storico e artistico e le tradizioni del territorio, oltre a un ricco ventaglio di proposte di viaggio, soggiorno, servizi ed eventi che questo territorio offre ai turisti.
Sopra e sotto una immagine della 2875 ripresa sulla linea 15 in piazza Vittorio Veneto.

Si scava e riemerge il passato inaspettato

Lavori, Rete

Alcune volte capita di partire per un sopralluogo di routine e si finisce con delle scoperte inaspettate: così è stato nel cantiere di via XX Settembre che ci ha regalato delle incredibili sorprese. I lavori non stanno ancora interessando l’armamento del tram, ci sono scavi legati all’impianto fognario con svariati pozzi di ispezione che occupano il lato sinistro della strada. Salvo le transenne di chiusura della strada, per i nostri interessi il cantiere non presenta nulla di rimarcabile finché non notiamo un pezzetto di binario lungo circa 40 cm appoggiato vicino a uno scavatore.

Continua a leggere »

Uno sguardo ai cantieri d’agosto

Lavori, Linea 9

In questi giorni di forte canicola diventa più pesante anche il duro lavoro dell'”umarell”, ma grazie ai tanti collaboratori della Redazione siamo in grado di aggiornarvi sullo stato in cui versa il cantiere più impegnativo degli ultimi anni: largo Grosseto. Continua a leggere »

Un pessimo messaggio

Pubblicità, Rete

Ci è stata segnalata questa pubblicità in piazza Castello, celebrativa del progetto del parco lineare di corso Gabetti, con tanto di sponsorizzazione e patrocini ufficiali. Non entriamo oggi nel merito del progetto quanto nel messaggio che si comunica che è quanto di più distante da una qualunque politica “green”: meglio un parco al posto del tram. Il tram, veicolo per antonomasia ecologico e a nullo impatto ambientale viene messo in contrapposizione con un parco, contrapposizione che nella realtà non esiste. Un po’ come se si scrivesse “un tempo pista ciclabile, ora parco naturale”: sia la pista ciclabile, come la linea tram sostengono l’ambiente e la tanto decantata “politica green”. Avremmo preferito leggere “da parcheggio a parco” oppure “da discarica a parco” e invece no, il nemico da sconfiggere è il tram. Questo sarebbe il risultato di 5 anni di amministrazione ecologista? No, questo è solo un esempio di decrescita infelice e di celebrazione di una propaganda sbagliata.

Torna il “deposito” Allianz Stadium

Depositi, Lavori

Le voci con cui si concludeva la notizia del 3 agosto si sono rivelate essere vere: i lavori in largo Grosseto si protrarranno per almeno 2 settimane fino a inizio ottobre (se non di più) a causa di ritardi nell’enorme cantiere che coinvolge l’unico accesso al deposito Venaria. Il 13 settembre quindi non potrà tornare tram la linea 9 né essere riaperto al traffico tranviario il deposito Venaria e si riproporrà il piazzale dello stadio come area destinata a ricoverare le vetture, come già successo nel 2018. Ma dentro al deposito Venaria sono presenti numerosi tram (dalla serie 2800 alle 6000) che erano guasti o comunque non necessari per il periodo estivo, ma che saranno indispensabili alla ripresa delle scuole. Come poterli usare se sono bloccati nel deposito? Succederà che appena i binari saranno allacciati, anche se privi di collaudo e linea aerea, saranno utilizzati dai mezzi per il traino dei tram per movimentare le vetture necessarie. A fine agosto dovrebbero essere più chiare le idee su quanto durerà ancora il cantiere, staremo a vedere cosa succederà.

Uno sguardo ai lavori in largo Grosseto

Lavori, Linea 9

Sono passate circa due settimane dagli ultimi aggiornamenti su largo Grosseto e grazie alla collaborazione con la pagina @metrotramditorino possiamo mostrare l’avanzamento del cantiere che non solo ha obbligato la linea 9 alla gestione bus, ma ha anche isolato il deposito Venaria.

In alto abbiamo una vista della parte nord della nuova rotonda di via Stampini: il binario verso via Lanzo ha già le traversine posate, mancano solo le rotaie metalliche… Continua a leggere »

Presentato il piano industriale Gtt 2021-23

Gtt, Rassegna stampa

L’assemblea dei soci di GTT (ossia Comune di Torino, rappresentato dall’Assessore al Bilancio Sergio Rolando), ha approvato il Piano Industriale redatto da GTT per il periodo 2021-23. L’assemblea ha anche approvato il bilancio aziendale 2020.

Ambedue i documenti erano stati approvati precedentemente dal Consiglio di Amministrazione (composto da Paolo Golzio Presidente, Giovanni Foti Amministratore Delegato e Silvia Cornaglia consigliere).

Il piano industriale prosegue e potenzia le linee di indirizzo sviluppate in questi anni dall’Amministratore Delegato Giovanni Foti, messe a punto dal management interno di GTT con il coordinamento operativo del Direttore Generale Gabriele Bonfanti. È stato redatto dall’advisor Studio Ranalli e Associati e infine asseverato da KPMG.

Il piano è un vero progetto industriale che si propone di creare stabilmente valore aggiunto per GTT, attraverso l’attuazione di politiche industriali – innanzi tutto continuando e completando il rinnovo della flotta – in grado di innovare e rafforzare produzione e manutenzione del servizio, diminuire i costi di gestione, migliorare la qualità del prodotto finale: ossia il servizio di trasporto pubblico per i cittadini. Ciò permetterà di consolidare l’opera di risanamento realizzata con il precedente piano triennale 2018-2021 che era stato concepito in momenti di forte criticità finanziaria.

È un piano in grado di fornire risposte anche alle conseguenze causate dalla pandemia da Covid 19 e all’uscita di GTT dal settore del trasporto ferroviario. Continua a leggere »

Precollinear bar

Rete

Ponte Regina Margherita: molto interessante l’aggiornamento che ci giunge dalla sede tranviaria occupata dal sedicente progetto del “precollinear park” che da oggi chiameremo “precollinear bar” dato che nell’ultimo container arrivato (vedasi notizia di giugno) si è allestito un bar con tanto di alcolici, illuminazione (agganciata ai cavi dell’alta tensione del tram!) e annessi wc chimici. Per tutti gli interessati, il container nero contiene casse di bevande, alcolici, drink… Continua a leggere »

Messa in sicurezza

Rete

In piazza Carducci angolo via Nizza il tratto di curva (utilizzato in passato dalla linea 1, ma tutt’ora attivo) risulta avere le gole riempite di cemento. La cosa è presente da tempo, non sappiamo da quanto, ma dopo essercene accorti e aver pensato a qualche resto dimenticato di lavori passati, abbiamo indagato ed è venuto fuori che tale accorgimento sembra essere stato adottato dopo una caduta accidentale che ha seguito una denuncia (con ovvia richiesta danni). Il binario in questione permette a un tram proveniente da via Genova di immettersi in via Nizza senza dover forzatamente fare inversione di marcia dentro al deposito: magari non il binario più fondamentale della rete, ma neppure un binario totalmente inutile. Tra l’altro questo intervento potrebbe aprire una infinita richiesta (assurda) di cementificazione delle gole dei binari che non sono usati regolarmente. Che l’intervento sia ridicolo, è palese… come se la coppia di binari poco oltre non avesse la medesima “pericolosità” di quello sigillato. Se per un binario sconnesso dalla rete la cosa può essere ragionevole, una richiesta per un binario attivo dovrebbe essere cestinata senza se e senza ma. E invece…

Un modellino in attesa del tram vero

Serie 8000

L’attesa per l’arrivo dei nuovi tram è sempre più impaziente ma ben poco trapela su questi mezzi che promettono di essere molto avveniristici. Rispondiamo qui alle domande più comuni e sfatiamo qualche falsa credenza. Innanzitutto la consegna prevede l’arrivo del primo veicolo (uno solo!) entro la fine dell’anno, se non addirittura a fine novembre, ovvero tra poco più di quattro mesi: considerata la totale assenza di notizie a riguardo il timore di qualche lungaggine si fa sempre più vivo. In ogni caso dopo la consegna del primo veicolo arriveranno gli altri nei mesi a seguire, al ritmo di circa 3 vetture al mese (restiamo su un valore medio, secondo alcune fonti si parla di 2 tram, secondo altri saranno 4). In ogni caso dopo l’arrivo del primo tram non bisogna aspettarsi di vederlo già in servizio dalla settimana dopo! Prima di poter entrare in servizio è ragionevole ipotizzare anche un anno perché saranno necessari tutti i collaudi USTIF per l’omologazione del tram, le prove di circolabilità su tutta la rete, la stesura di un appendice al regolamento tranviario e in ultimo l’istruzione del personale di guida con relativo esame ministeriale per l’estensione dell’abilitazione tranviaria. La tempistica è ricavata guardando cosa è capitato nel 2001/2 con i Cityway monodirezionali (entrati in servizio nel maggio 2002) e quelli bidirezionali (marzo 2003). Quindi difficilmente li vedremo in servizio prima della fine del 2022.
Le vetture saranno ovviamente condizionate, dotate di videosorveglianza e le telecamere sostituiranno anche gli specchi esterni come già avvenuto sui bus BYD K9. Schermi a bordo e display a led permetteranno ai passeggeri di sapere su quale linea si trovano e dove devono scendere.
Ma quale sarà la serie? Lo scorso 22 maggio sulla pagina Instragram legotramditorino è stato pubblicato un modellino realizzato con i mattocini Lego a cui è stata applicata, di fantasia, la matricola 8000: come si dice, talvolta la realtà supera la fantasia…
Riguardo la circolabilità, ricordiamo che saranno monodirezionali, lunghi 28 metri ma con le porte distanti solo 15 metri (come una 5000 circa) e pertanto saranno abilitate tutte le banchine di fermata. La larghezza di 2,40 metri li rende di fatto come le 6000 monodirezionali, con la differenza che potrebbero essere utilizzate su qualunque linea perché avrebbero le fermate già lunghe della dimensione idonea.
Restiamo quindi in trepidante attesa, giusto 20 anni dopo l’ultimo nuovo tram consegnato a Torino.

WP Theme & Icons by N.Design Studio Traduzione ed adattamento Tramditorino.it
Entries RSS Accedi