Uno sguardo ai cantieri d’agosto

Lavori, Linea 9

In questi giorni di forte canicola diventa più pesante anche il duro lavoro dell'”umarell”, ma grazie ai tanti collaboratori della Redazione siamo in grado di aggiornarvi sullo stato in cui versa il cantiere più impegnativo degli ultimi anni: largo Grosseto. Continua a leggere »

Uno sguardo ai lavori in largo Grosseto

Lavori, Linea 9

Sono passate circa due settimane dagli ultimi aggiornamenti su largo Grosseto e grazie alla collaborazione con la pagina @metrotramditorino possiamo mostrare l’avanzamento del cantiere che non solo ha obbligato la linea 9 alla gestione bus, ma ha anche isolato il deposito Venaria.

In alto abbiamo una vista della parte nord della nuova rotonda di via Stampini: il binario verso via Lanzo ha già le traversine posate, mancano solo le rotaie metalliche… Continua a leggere »

9 deviato con capolinea “di transito”

Lavori, Linea 9

Dal 14 giugno la linea 9 è gestita con autobus per via dei lavori in largo Grosseto. Proprio tale cantiere impone una deviazione nella zona della barriera di Lanzo e più precisamente su via Stampini; per tale motivo agli autosnodati della linea 9 sarebbe richiesta una inversione di marcia in piazza Stampalia, assolutamente improponibile come manovra per via dello spazio necessario. Per tale motivo la linea 9 scarica tutti i passeggeri in piazza Stampalia da dove prosegue fino al deposito Venaria dove effettua la sosta e l’inversione di marcia. Dal deposito poi gli autobus riprendono via Amati e si dirigono in piazza Stampalia per far salire i passeggeri diretti in centro. Tale deviazione potrebbe non durare fino a settembre, tutto dipenderà da come procederà il cantiere in largo Grosseto…

Al via i lavori in largo Grosseto

Lavori, Linea 9

L’immagine in alto si riferisce a sabato 12 giugno, penultimo giorno di servizio del binario provvisorio (fu realizzato nell’agosto 2018): da lunedì 14 giugno tutto l’impianto tranviario è in fase di totale rivoluzione come presentato nell’articolo dello scorso 30 aprile 2021. Continua a leggere »

Nuovo impianto in largo Grosseto: si vedono i binari

Lavori, Linea 9, Rete

In largo Grosseto i lavori per la realizzazione del nuovo impianto tranviario procedono abbastanza spediti. Già oggi è possibile vedere buona parte del nuovo tracciato, riconoscibile per la traccia della soletta, in parte già riempita con il materiale fonoassorbente. Nella foto in alto si vede il punto di derivazione dell’incrocio tra i binari provenienti da corso Potenza e quelli diretti verso via Stradella, punto inizialmente pensato come uno scambio, ma non realizzato per difficoltà tecniche ed interferenze con altre strutture (l’anima metallica della soletta del sottopasso).

Continua a leggere »

Il nuovo largo Grosseto

Lavori, Linea 9, Rete

Dal 14 giugno al 12 settembre 2021 il deposito Venaria resterà scollegato dalla rete tranviaria in quanto verranno effettuati i lavori di posa e allacciamento del nuovo impianto tranviario di largo Grosseto. A differenza di quanto avvenuto nel 2018, quando il deposito restò isolato una settimana, questa volta l’interruzione sarà di 3 mesi ma l’attesa varrà la pena. Come la mappa in alto mostra, il nuovo largo Grosseto vedrà la nascita di una quasi nuova rotonda tranviaria e verranno riallacciati anche i binari di via Stradella. L’incrocio di corso Grosseto con corso Potenza sarà un incrocio semaforizzato (solo il tram compirà il percorso curvo), inoltre per ridurre il traffico di superficie, sarà realizzato un sottopasso di circa 400 metri lungo la curva Corso Grosseto – Corso Potenza. Più a nord, verso via Stampini, sarà invece realizzata una rotonda e il tram percorrerà la perimetrale prima di immettersi verso via Lanzo, mentre in direzione opposta non ci saranno più interferenze con il traffico (un po’ come avviene ora con la viabilità provvisoria). Dalle mappe sembrava che ci fosse la possibilità di invertire la marcia e tornare verso piazza Stampalia: in realtà ciò che avevamo interpretato come uno scambio, è un semplice incrocio (in basso evidenziato). Quindi chi arriva da corso Potenza potrà andare verso via Lanzo oppure fare inversione, così come chi arriva da via Stradella mentre per chi arriva da corso Potenza sarà possibile andare in via Stradella solo effettuando tutta la rotonda. L’ultimo aspetto interessante del nuovo impianto sono i binari totalmente divaricati nel tratto che costeggia la rampa del sottopasso: termina così l’interferenza (al tempo regolata da semaforo) tra la linea tranviaria e l’asse principale di corso Potenza.


Dettaglio della conformazione dei binari.

A rigor di cronaca, i primi disegni prevedevano la presenza di tutti gli scambi, ma in fase esecutiva si sono riscontrate difficoltà nel rispetto delle distanze e delle dimensioni degli impianti di radiofrequenza e ciò ha portato alla trasformazione nella geometria sopra sintentizzata. Inoltre le stesse spire e i rilevatori di massa metallica si sarebbero trovati sopra la soletta in cemento armato del sottopasso e ciò avrebbe potuto provocare delle interferenze non desiderate.

Ma cosa succederà alle linee? La linea 9 sarà ovviamente gestita con autobus mentre la linea 10 dovrebbe anch’essa essere gestita su gomma come (quasi) tutte le estati. La linea 4 verrà trasferita al Tortona dove già da tempo i tranvieri sono stati gradualmente abilitati alla manovra dei tram Cityway. Ad essi si aggiungeranno anche quasi tutti i colleghi tranvieri del Venaria che altrimenti resterebbero senza turni tram. Al Tortona verrebbe inoltre totalmente assegnata anche la linea 3. La linea 13 invece sarà trasferita al San Paolo per l’intero periodo. Il Tortona acquisirà così una quarantina di tranvieri in più mentre al San Paolo ne andranno una decina.
Per fare spazio nel deposito Tortona sono stati trasferiti tutti i tram non strettamente necessari: i tram ristoranti (Ristocolor e Gustotram) sono da qualche giorno a Sassi, le motrici storiche sono dislocate tra Nizza e Venaria, così come a Venaria sono stati portati tutti i tram guasti.

Sfruttando il blocco dell’intera tratta di collegamento verso il deposito Venaria, saranno interessati da lavori anche altri punti come piazza Stampalia e piazza Piero della Francesca.

9 bus per lavori ai binari

Lavori, Linea 9

Sono iniziati lunedì 24 agosto i lavori di rinnovo binari nell’incrocio tranviario di largo Toscana. Qui verrà sostituita la curva utilizzata dalla linea 9 e dalle motrici in uscita dal deposito Venaria. Se per la linea 9 la soluzione temporanea è la gestione automobilistica (più in basso un Mercedes Conecto ripreso quest’oggi), per i tram in uscita dal Venaria l’unico modo per bypassare il binario cantierizzato è percorrere la tratta fino alle Vallette dove invertire la marcia per dirigersi verso il centro città. I lavori proseguiranno fino all’11 settembre.

Un piccolo grande buco

Lavori, Linea 16, Linea 9

In via Valperga Caluso si è creato un avallamento che ha reso necessaria la chiusura dell’intera carreggiata nord, nel tratto tra via Ormea e via Madama Cristina: qui si è formata una piccola buca che nasconde un’intera caverna nel sottosuolo. Si è quindi resa necessaria la deviazione della linea 16CD, già gestita con bus, e anche della linea 9 in via Madama Cristina, come da immagine ripresa qui in basso. Non sono ancora noti i tempi per il ripristino della viabilità.

Avvistate delle 5000 e linea 3 bus

Linea 3, Linea 9, Serie 5000

Nella giornata di ieri, lunedì 27, è tornata a farsi vedere una 5000 in servizio sulla linea 9. Di avvistamenti simili si hanno sporadiche notizie e si tratta di eccezioni alla regola che prevede il loro fermo in quanto non dispongono di una porta riservabile al manovratore per permetterne il distanziamento sociale dai passeggeri.

Oggi si segnala invece, da lunedì 27, la gestione con autobus dell’intera linea 3: non è noto il motivo ma è probabile che l’incremento delle vetture in circolazione (passate dal 45% al 65%) abbia reso insufficienti le motrici tranviarie serie 6000 per gestire anche questa linea.

Uomo avvisato, mezzo salvato

Linea 9

Troppe volte ci si trova di fronte a situazioni come quella della foto in alto. Per pochi cm si blocca un tram, si crea un grande disservizio e si va incontro a pesanti multe per delle distrazioni assolutamente veniali. Per cercare di ridurre il problema sono stati creati degli appositi cartelli ammonitori, della serie: “uomo avvisato, mezzo salvato”. In basso uno dei primi cartelli avvistati in corso Raffaello, non molto distante dal luogo della fotografia di apertura dell’articolo. Speriamo che questo serva a contrastare il problema!

WP Theme & Icons by N.Design Studio Traduzione ed adattamento Tramditorino.it
Entries RSS Accedi