Ritorno in piazza Hermada

Linea 13, Linea 3

Sulla Stampa di oggi, pagina 49 dell’edizione di Torino, è apparso un articolo in cui si sottolineano i lavori di manutenzione dell’impianto tranviario del ponte Regina Margherita e di corso Gabetti, lasciando immaginare che il 3 potrebbe tornare al suo percorso fino in piazza Hermada. E’ prematuro per parlare, ma la speranza resta, anche perché simili interventi, soprattutto di pulizia delle gole, sono regolarmente effettuati anche sull’impianto di via Nicola Fabrizi, dismesso dal dicembre 2013.

Incidente tra tram a Porta Palazzo

Incidenti, Linea 3

Nel pomeriggio di oggi, 26 febbraio, intorno alle 16.30, una motrice di linea 3 diretta verso corso Tortona (la 5029) si scontra con un’altra motrice (5020), anch’essa di linea 3 che procede nella direzione opposta, all’altezza dello scambio che in piazza della Repubblica permette di svoltare a sinistra da corso Regina Margherita in corso Giulio Cesare. Il tram impegna erroneamente lo scambio (da accertare se solo per errore umano o per guasto tecnico misto ad errore umano) e colpisce violentemente la motrice sul binario opposto, deragliando e danneggiando non solo i veicoli coinvolti, ma anche i fili della linea aerea, tanto da bloccare la circolazione delle linee 3, 4 e 16. L’incidente fa tornare alla mente un episodio analogo avvenuto quasi 10 anni fa (era dicembre 2005) quando due motrici di linea 3 si scontrarono nello stesso punto, con la stessa dinamica. Al tempo fece scalpore l’assalto dei testimoni a bordo del tram incidentato, per dichiararsi passeggeri feriti e sperare di ottenere risarcimenti (illegittimi) da parte dell’assicurazione.
L’incidente ha causato il leggero ferimento di una decina di passeggeri, tutti trasportati in ospedale in codice verde. In basso le due foto “ieri” e “oggi”…

IMG-20150226-WA0003
30764_267_23878_311949

Lavori alle fermate di corso Toscana / via Borsi

Lavori, Linea 3, Linea 4, Linea 9/, Serie 7000

Scrive l’ufficio stampa del Comune di Torino: dal 14 febbraio GTT avvierà la sistemazione di paline, pensiline, transenne e pavimentazioni di 6 fermate della linea 4 a Falchera: la fine dei lavori è prevista per il 31 marzo.
Dal 16 al 28 febbraio si interverrà invece sulla banchina della fermata di corso Toscana all’angolo con via Borsi per adeguarla all’utilizzo delle vetture tranviarie di tipo 5000 e 6000, che hanno il pianale ribassato.

http://www.comune.torino.it/ucstampa/comunicati/article_111.shtml

Questo intervento lungo corso Toscana segue quello già attuato nello scorso aprile (vedasi notizia dell’11 aprile 2014) e come se fosse necessario, ribadisce la completa fine di carriera dei tram serie 7000. La modifica delle fermate elimina i franchi necessari per il transito dei tram della metropolitana leggera e sbugiarda le voci di un possibile riutilizzo di questi tram lungo la linea 3.

Ritorno del 3 tram

Linea 3

2827-3

Dal primo settembre anche la linea 3 è tornata alla gestione tranviaria, seppur sul percorso limitato in corso Tortona. La probabilità di rivedere i tram serie 7000 sulla linea 3 è prossima allo zero, mentre resta la speranza che il tratto di corso Gabetti non sia abbandonato definitivamente, vittima dell’inettitudine, della mancata lungimiranza e dell’incapacità di imporre delle scelte per il bene comune, da parte dell’amministrazione locale.

Proseguono i lavori in largo Berardi

Lavori, Linea 15, Linea 3

Procedono i lavori di rinnovo dell’incrocio tranviario di largo Berardi/corso Regina Margherita/via Vanchiglia. Il cantiere si è ora allargato al viale centrale dove sono stati sostituiti i binari e l’incrocio sul lato sud del corso. Resta da asfaltare e il cantiere può dirsi chiuso. Il termine previsto del 31 agosto è quindi molto più che plausibile. Sotto due immagini odierne (12 agosto):

cantiere-berardi4 cantiere-berardi3

Panoramica dei cantieri di agosto

Lavori, Linea 16, Linea 3, Linea 4, Linea 9

Alcune immagini dei cantieri di agosto.

Corso Massimo d’Azeglio: si conclude la completa sostituzione dei binari, iniziata la scorsa estate e non portata a termine.

cantiere-azeglio14a
cantiere-azeglio14b
cantiere-azeglio14d

Piazza della Repubblica e corso Regina Margherita: qui si sostituisce il manto stradale, deformato per l’intenso passaggio di autobus e altri veicoli pesanti.

cantiere-repubblica

Lavori ai binari della linea 15

Lavori, Linea 15, Linea 3

Dal primo di luglio partono lavori ai binari lungo la linea 15 che comporteranno alcune modifiche.

Dal 1° luglio al 1° agosto sarà manutenuta la corsia tranviaria dell’anello di via Brissogne, conseguentemente a ciò il 15 autobus sposterà il suo capolinea in via Monginevro di fronte al civico 251/A, dopo aver invertito la marcia alla rotonda di viale Radich.

Dal 1° luglio al 31 agosto sarà sostituito il binario di corso Belgio nel tratto tra corso Tortona e corso Regina Margherita e lo scambio di largo Berardi. Ciò comporterà la gestione con autobus della linea 3 e lo spostamento del suo capolinea da corso Tortona in corso Regina Margherita alla fermata 212-Guastalla (perché in corso Tortona la fermata corrispondente al capolinea del 3 tram è utilizzata anche dalla linea 75.

Nel periodo di luglio e agosto i depositi Tortona e Sassi risulteranno isolato dal resto della rete. I tram impegnati sulle linee 7 e 13/ saranno spostati al Venaria mentre alcuni tram storici di Sassi troveranno ospitalità presso il deposito Nizza.

In basso un’immagine del capolinea della linea 15 di fronte al civico 251/A di via Monginevro. L’immagine è del 2011, anno dell’ultimo intervento di riporto materiale nelle curve di via Brissogne.

15monginevro

Star1 prolungata e altri lavori su linea 3

Gtt, Linea 3, Linea 9/, Tpl

E’ ufficiale anche sul sito web, dopo le anticipazioni date alla stampa dall’amministratore di Gtt Walter Ceresa: la linea Star1 cambia percorso e raggiungerà piazza Hermada
http://www.gtt.to.it/avvisi/star1_prolungamento_2_5_14.shtml. I piccoli autobus elettrici sostituiranno così i maxi tram della linea 3 (la serie 7000) e viaggeranno in mezzo al traffico congestionato, in ora di punta, sul ponte di corso Regina Margherita. Dai finestrini i passeggeri potranno ammirare la corsia riservata del tram, ora dismessa, costruita con standard di metrotranvia, neanche 30 anni fa. Chi scenderà dalla collina, potrà raggiungere il Gradenigo dove lo Star effettua capolinea e lì interscambiare con altre linee oppure attendere i 10 minuti di capolinea necessari per ricaricare le batterie.

Bisognerà vedere quanto questo prolungamento durerà e dove si troveranno le risorse, visto che Gtt lamenta liquidità per tirare avanti, con questa produzione di km, solo fino a fine settembre.

Sulla circolabilità della serie 7000 una pietra tombale potrebbe essere posata con i lavori che interesseranno le fermate 175 e 176 in corso Toscana / Cincinnato / Lombardia (linee 3 e 9/)  il 14 e 15 aprile: le fermate saranno soppresse in quei due giorni per permettere lavori di riqualificazione. Se i lavori ricostruiranno la banchina, avvicinandola alla sede tranviaria per rendere l’accesso alle 5000 perfettamente a raso e senza eccessivo spazio vuoto tra veicolo e marciapiede, le 7000 non potranno più circolare neanche sulla linea 3, rendendole così totalmente obsolete.

Star 1 in piazza Hermada da maggio

Gtt, Linea 3, Tpl

Stando alle parole di Walter Ceresa, amministratore delegato di Gtt, dal prossimo maggio la linea Star1 modificherà il suo percorso e sarà prolungata fino in piazza Hermada, onde sopperire la mancaza della linea 3, amputata prima del ponte di corso Regina Margherita. Tale modifica dovrebbe così coprire la tratta scoperta dal 3 che non è coperta neppure dal 75 in arrivo da piazza Hermada (ovverosia corso Regina Margherita di fronte al Gradenigo).

Resta sempre nell’aria la richiesta da parte della circoscrizione di aprire un varco transitabile alle auto in via Moncalvo angolo corso Gabetti. In tal modo si renderà la via un’arteria di attraversamento, alla stregua di corso Casale o corso Quintino Sella, con gioia dei residenti per l’aumento del traffico, del rumore e dello smog. Tale varco imporrebbe il definitivo taglio dei binari di corso Gabetti (a causa del differente livello rispetto al piano stradale) e la morte di un tratto di rete di neppure 30 anni, tanto breve quanto importante, costruito con gli standard di una metrotranvia.
L’abbandono dell’impianto tranviario lascerebbe quindi in uno stato di degrado e abbandono non solo la banchina centrale di corso Gabetti, ma anche piazza Hermada, dove i negozi hanno già risentito la perdita di molta clientela per l’eliminazione del tram e, i pochi rimasti, potrebbero scappare definitivamente, di fronte all’incuria in cui la piazza già oggi versa e che potrà solo peggiorare col tempo.

Piazza Hermada: a scempio di aggiunge scempio

Linea 3

piazza-hermada-addio-pub

Il 24 febbraio 1989 Stampasera titolava in modo molto polemico “Piazza Hermada, addio”, riferendosi all’inaugurazione del capolinea della metropolitana leggera numero 3. Tante proteste per la perdita di quel giardino, della storia di quel Pont Trombëtta sul Rio San Martino, coperto a inizio ‘900 che permise la realizzazione della piazza (quindi con gente che rimpiange sia la piazza che il ponte e il Rio… senza pensare che è la piazza stessa ad aver cancellato il rio).

Neppure 25 anni dopo, quella piazza viene nuovamente presa di mira dal comune, il quale elimina il tram ed abbandona del tutto il capolinea di piazza Hermada, anche se durante gli anni non se ne era mai del tutto interessato, visto il degrado che serpeggiava, sin dai servizi igienici installati per i tranvieri della linea 3, totalmente distrutti e vandalizzati, senza mai essere ripristinati.

L’unica cosa che è rimasta sono le proteste. Proteste di chi prima non voleva il tram ed ora rimpiange l’eliminazione del servizio. Di chi auspica oggi una navetta Hermada-Tortona perché non vuole salire e poi scendere dal 75 (eppure anche dalla navetta bisogna poi scendere per cambiare… mah), dei commercianti che hanno perso clienti perché privati del tram (alla faccia dei loro colleghi di via Bologna che vedono nel tram la fine dei loro commerci)!

Lo scempio fatto con la linea 13 non cancellano né devono far passare in secondo piano la scellerata idea di eliminare il tram da corso Gabetti e piazza Hermada. Un tratto di linea costruita con lo standard della metrotranvia, inaugurata neanche 25 anni fa ed oggi abbandonata. Chissà quanti utenti, scesi dal tram all’ospedale Gradenigo, dopo aver atteso, magari pure a lungo, il 75, mentre sono imbottigliati nel traffico sul ponte, osservano con rabbia e amarezza i binari in sede propria, sui quali il tram eludeva velocemente la coda.

WP Theme & Icons by N.Design Studio Traduzione ed adattamento Tramditorino.it
Entries RSS Accedi