Il nuovo largo Grosseto

Lavori, Linea 9, Rete

Dal 14 giugno al 12 settembre 2021 il deposito Venaria resterà scollegato dalla rete tranviaria in quanto verranno effettuati i lavori di posa e allacciamento del nuovo impianto tranviario di largo Grosseto. A differenza di quanto avvenuto nel 2018, quando il deposito restò isolato una settimana, questa volta l’interruzione sarà di 3 mesi ma l’attesa varrà la pena. Come la mappa in alto mostra, il nuovo largo Grosseto vedrà la nascita di una quasi nuova rotonda tranviaria e verranno riallacciati anche i binari di via Stradella. L’incrocio di corso Grosseto con corso Potenza sarà un incrocio semaforizzato (solo il tram compirà il percorso curvo), inoltre per ridurre il traffico di superficie, sarà realizzato un sottopasso di circa 400 metri lungo la curva Corso Grosseto – Corso Potenza. Più a nord, verso via Stampini, sarà invece realizzata una rotonda e il tram percorrerà la perimetrale prima di immettersi verso via Lanzo, mentre in direzione opposta non ci saranno più interferenze con il traffico (un po’ come avviene ora con la viabilità provvisoria). Dalle mappe sembrava che ci fosse la possibilità di invertire la marcia e tornare verso piazza Stampalia: in realtà ciò che avevamo interpretato come uno scambio, è un semplice incrocio (in basso evidenziato). Quindi chi arriva da corso Potenza potrà andare verso via Lanzo oppure fare inversione, così come chi arriva da via Stradella mentre per chi arriva da corso Potenza sarà possibile andare in via Stradella solo effettuando tutta la rotonda. L’ultimo aspetto interessante del nuovo impianto sono i binari totalmente divaricati nel tratto che costeggia la rampa del sottopasso: termina così l’interferenza (al tempo regolata da semaforo) tra la linea tranviaria e l’asse principale di corso Potenza.


Dettaglio della conformazione dei binari.

A rigor di cronaca, i primi disegni prevedevano la presenza di tutti gli scambi, ma in fase esecutiva si sono riscontrate difficoltà nel rispetto delle distanze e delle dimensioni degli impianti di radiofrequenza e ciò ha portato alla trasformazione nella geometria sopra sintentizzata. Inoltre le stesse spire e i rilevatori di massa metallica si sarebbero trovati sopra la soletta in cemento armato del sottopasso e ciò avrebbe potuto provocare delle interferenze non desiderate.

Ma cosa succederà alle linee? La linea 9 sarà ovviamente gestita con autobus mentre la linea 10 dovrebbe anch’essa essere gestita su gomma come (quasi) tutte le estati. La linea 4 verrà trasferita al Tortona dove già da tempo i tranvieri sono stati gradualmente abilitati alla manovra dei tram Cityway. Ad essi si aggiungeranno anche quasi tutti i colleghi tranvieri del Venaria che altrimenti resterebbero senza turni tram. Al Tortona verrebbe inoltre totalmente assegnata anche la linea 3. La linea 13 invece sarà trasferita al San Paolo per l’intero periodo. Il Tortona acquisirà così una quarantina di tranvieri in più mentre al San Paolo ne andranno una decina.
Per fare spazio nel deposito Tortona sono stati trasferiti tutti i tram non strettamente necessari: i tram ristoranti (Ristocolor e Gustotram) sono da qualche giorno a Sassi, le motrici storiche sono dislocate tra Nizza e Venaria, così come a Venaria sono stati portati tutti i tram guasti.

Sfruttando il blocco dell’intera tratta di collegamento verso il deposito Venaria, saranno interessati da lavori anche altri punti come piazza Stampalia e piazza Piero della Francesca.

Tratta Lingotto-Bengasi aperta il 23 aprile

Lavori, Metropolitana

Venerdì 23 Aprile, la tratta “Lingotto-Bengasi” della linea 1 della Metropolitana di Torino verrà inaugurata ed aperta al pubblico. Così dice il comunicato ufficiale Infra.To www.infrato.it/il-23-aprile-si-inaugura-la-metropolitana/ che poi prosegue:

I lavori all’interno delle stazioni sono stati tutti ultimati, compresa la posa della segnaletica. In superficie piazza Bengasi è stata ripristinata e sono state installate le panchine ed il verde.

Continua invece il pre-esercizio. I treni, una volta arrivati alla stazione Lingotto, proseguono la corsa senza passeggeri verso piazza Bengasi simulando le fermate, in entrambe le direzioni, sia nella stazione “Italia 61-Regione Piemonte” che nella stazione “Bengasi”.

Questa fase è molto importante in quanto viene testato il sistema dei treni, sia sotto il profilo del buon funzionamento che della sicurezza. Conclusa questa fase con esito positivo, il 22 Aprile gli Enti competenti rilasceranno le autorizzazioni necessarie per l’apertura al pubblico della linea.

Interessante vedere come i nuovi tabelloni (come quello fotografato e presente nella stazione Massaua… ma in fase di espansione anche nelle altre), siano elencate linee attuali, linee passate e ipotetiche linee future. A Fermi vediamo ancora il 33/ e il 37 (da anni sostituiti con il CP1) così come più in basso si vede ancora il 28, mentre scorrendo verso Lingotto troviamo le attuali linee 17, 17b (qui 17/ non piaceva?) e 18… che diventano 17, 17b e 8 alla stazione Spezia, oltre cui si entra nella fantascienza delle linee previste dalla revisione della rete, ovvero 8, 63 e 25, quest’ultima finita nell’occhio del ciclone per le proteste sollevate dopo la sua presentazione.
Ci sono voci che danno per annullate le modifiche alla linea 5 (divisione in tre parti: Ob2, 25 e 5) proprio per le lamentele di Orbassano/Rivalta ed è quindi tutto da vedere come potrebbero essere attuate delle modifiche che erano nate in ottica di una revisione più ampia. Resta però curioso come i tabelloni abbiano fatto una “macedonia” di numeri. Il risultato? Giocateli al Lotto!

Metro al via… non prima del 10 maggio!

Lavori, Metropolitana

L’altro giorno ci chiedevamo se la data del 15 aprile per l’avvio della tratta Lingotto-Bengasi sarebbe potuta essere quella definitiva, ma i fatti ci hanno smentito. I lavori proseguiranno per quasi un altro mese, l’orario ridotto andrà avanti fino al 9 maggio, portando così l’inaugurazione al 10 maggio. Molto facilmente ci sono ancora lavori da concludere, anche se le teorie fioccano… noi non ci crediamo, ma qualche malelingua insinua che per una buona riuscita (pro-elezione) dell’inaugurazione sia meglio attendere la zona gialla a Torino, data abbastanza sicura per maggio. Vedremo i fatti cosa ci diranno… per ora resta tutto ancora in cantiere!

Rimozione binari in via Nizza

Lavori, Rete

Sono partiti dei lavori di risanamento della pavimentazione in via Nizza, in realtà più che risanamento si tratta della rimozione dei binari del tram. L’attuale giunta (in linea con la precedente) ha finora parlato solo di progetti ed estensioni della rete, ma nella realtà le uniche cose viste sono stati tagli di binari esistenti. Per non parlare della “rivoluzione” delle linee che ci sarà con l’apertura della metro. Il meme pubblicato l’altro giorno esprime perfettamente la realtà dei fatti.
L’unica consolazione è che togliendo il binario, il costo della manutenzione del fondo stradale non sarà più imputato al tram*, ma rientrerà nella normale gestione comunale. Dopotutto è palese come sia il tram (assente dal 2007) a consumare l’asfalto…

* la gestione dell’asfalto nei pressi del binario viene imputata al tram e i costi di manutenzione sono addebitati all’impianto fisso. Poi si dice che il tram costa più dell’autobus… facile quando all’autobus non si imputa alcun consumo delle strade, mentre al tram sì. Due pesi e due misure…

Rinnovo binari in corso Unione Sovietica

Lavori, Linea 4

Dallo scorso 31 agosto e fino al 25 novembre la linea 4 sarà deviata in corso Tazzoli (come da cartina qui in basso) per consentire il rinnovo binari del tratto compreso tra p.le Caio Mario e corso Tazzoli.

9 bus per lavori ai binari

Lavori, Linea 9

Sono iniziati lunedì 24 agosto i lavori di rinnovo binari nell’incrocio tranviario di largo Toscana. Qui verrà sostituita la curva utilizzata dalla linea 9 e dalle motrici in uscita dal deposito Venaria. Se per la linea 9 la soluzione temporanea è la gestione automobilistica (più in basso un Mercedes Conecto ripreso quest’oggi), per i tram in uscita dal Venaria l’unico modo per bypassare il binario cantierizzato è percorrere la tratta fino alle Vallette dove invertire la marcia per dirigersi verso il centro città. I lavori proseguiranno fino all’11 settembre.

Via Arsenale: un esempio di cosa non dovrebbe essere fatto

Lavori, Linea 15, Linea 4

Da ieri, 14 agosto, via Arsenale è stata riaperta al trasporto pubblico dopo i lavori di riasfaltatura (quasi) completa che hanno interessato il tratto compreso tra via Santa Teresa e corso Matteotti. In realtà una piccola appendice è arrivata anche nel tratto tra corso Matteotti e corso Vittorio Emanuele II ma non vogliamo rovinare la sorpresa finale. Questo articolo conclude la sequenza di reportage di questo assurdo cantiere.

Continua a leggere »

Via Arsenale: avanzamento dei lavori

Lavori, Linea 15, Linea 4

Come promesso nei giorni scorsi, torniamo in via Arsenale per esaminare quello che è apparso come un grande spreco di risorse, ovvero l’asfaltatura di una strada rimasta totalmente chiusa per mesi fino alla fine dello scorso anno per i lavori di rinnovo binari e lavori Smat. La strada era stata riasfaltata quasi integralmente (nell’immagine in basso si può vedere come l’asfalto scuro -nuovo- copra quasi tutta la superficie stradale) e non sembrava necessario un ulteriore intervento, anche alla luce delle condizioni pessime di molti altri assi viari che attendono da tempo una manutenzione degna di questo nome.


NB: questa foto è antecedente ai lavori! Le aree più chiare erano di asfalto pre-esistente non rinnovato.

Continua a leggere »

Un piccolo grande buco

Lavori, Linea 16, Linea 9

In via Valperga Caluso si è creato un avallamento che ha reso necessaria la chiusura dell’intera carreggiata nord, nel tratto tra via Ormea e via Madama Cristina: qui si è formata una piccola buca che nasconde un’intera caverna nel sottosuolo. Si è quindi resa necessaria la deviazione della linea 16CD, già gestita con bus, e anche della linea 9 in via Madama Cristina, come da immagine ripresa qui in basso. Non sono ancora noti i tempi per il ripristino della viabilità.

Via Arsenale: stato dell’arte

Lavori, Linea 15, Linea 4


Come promesso, seguiamo l’evolversi del cantiere di via Arsenale. Alla data di ieri, sabato 1° agosto, la situazione del cantiere presenta un’occupazione di qualche metro all’incrocio con via Santa Teresa, nel punto di giunzione dei binari mentre il resto della via è deserta e permette alcune fotografie dello stato del fondo stradale: il cantiere sembra concluso da poco, invece questo asfalto è destinato alla rimozione in favore di un nuovo manto. Viene sempre più da chiedersi: ma era proprio necessario?


WP Theme & Icons by N.Design Studio Traduzione ed adattamento Tramditorino.it
Entries RSS Accedi