Sulla dismissione dei tram

Gtt, Rassegna stampa

Da Specchio dei tempi di oggi, 28 marzo 2014:

Il Gtt scrive 
«Rispondiamo alla lettera “Ceresa e Lubatti: ma chi ha ragione” per dire anzitutto che non esiste alcuna “versione” diversa tra Gtt e l’Assessorato ai Trasporti. Come è noto, a partire dal 2010 abbiamo subito una consistente diminuzione dei finanziamenti. In questo quadro stiamo operando, in totale sintonia, per continuare a garantire un servizio soddisfacente. Nel merito della lettera, è indubbio che esiste una necessità di risparmio che ha riguardato anche i mezzi utilizzati sulla linea 3. Le vetture serie 7.000, “jumbo tram”, presentavano alti costi di manutenzione, oltre a un funzionamento non ottimale. Si è quindi deciso di dismetterli e di riorganizzare la distribuzione dei veicoli tranviari . Si tratta quindi di una concausa che per motivi di sintesi non è emersa nell’articolo. Nell’intervista non si fa cenno alle politiche di dismissione del sistema tranviario perché la strategia non è questa. Il tram continua ad essere centrale per il trasporto cittadino ma in mancanza di cofinanziamenti nazionali per l’acquisto di nuovi tram, siamo costretti a garantire il servizio con l’attuale parco tranviario».
UFFICIO STAMPA 

 

Tema WP & Icone di N.Design Studio. Versione personalizzata da Tramditorino.it
Accedi