Si recupera Valentina II

Servizi turistici Add comments

Si è atteso il minimo livello del fiume Po, aiutato dalla grande siccità di questa estate, per intervenire nel recupero del battello Valentina, affondato il 26 novembre 2016 e incagliato prima della diga del Pascolo. E’ stata montata nell’area del complesso Iren, un’enorme gru per poter sollevare e mettere in secca il battello. Successivamente si è aperta la diga che ha fatto calare il livello delle acque di un paio di metri, rendendo il fiume quasi guadabile a piedi.

Lunedì 5 settembre si è provveduto ad un primo tentativo di recupero, tentativo che è riuscito solo a metà, come si può vedere in questo filmato:

http://www.lastampa.it/2017/09/05/multimedia/cronaca/fallito-il-primo-tentativo-di-recuperare-il-battello-valentina-StsHMpPZ6vYBxeaMLOzy4O/pagina.html

La barca è stata sollevata e rigirata, mostrando uno stato di conservazione delle strutture meno peggiore del previsto, però anche rimessa in acqua nel verso giusto, non è in grado di galleggiare e si è adagiata sul fondo sabbioso.

https://video.repubblica.it/edizione/torino/continua-l-odissea-di-valentina-le-gru-la-girano-ma-il-battello-sprofonda/283918/284529?ref=tblf

Il giorno successivo, il 6 settembre, la barca è stata imbragata e spostata in un punto più sicuro, in vista delle operazioni di svuotamento dal limo che anticiperanno l’operazione di trasporto verso l’autostazione Dora, dove sarà rimessato a fianco dello sventurato compagno di avventure.

https://video.repubblica.it/edizione/torino/valentina-riemerge-dal-po-e-trova-un-approdo-sicuro-alla-diga-del-pascolo/283979/284592

 

Comments are closed.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Entries RSS Comments RSS Accedi