Nuova livrea per i bus Gtt (ma solo i nuovi)

Bus


E’ apparso oggi sul profilo Facebook del sindaco di Torino, Chiara Appendino, il figurino con i nuovi colori che erano stati anticipati durante l’annuncio dell’acquisto di 74 autobus Mercedes Conecto. I colori, giallo e blu, riprendono i colori della città di Torino e verrebbero applicati esclusivamente alle nuove vetture, mentre le vecchie resterebbero nella colorazione argento-giallo-blu.
Appare evidente l’ipotesi di installare già i tornelli anche sui nuovi bus, dato che l’ingresso avverrebbe esclusivamente dalla porta anteriore (eccetto numerose categorie di persone che potrebbero salire dalla discesa centrale, ovvero disabili, famiglie con i passeggini, anziani con i carrellini o i girelli…). Dato che non sono ancora stati testati i primi tornelli sperimentali, forse la dichiarazione è un po’ troppo azzardata.
Ancora più assurdo è il veicolo da 18 metri dove si ipotizzano dei flussi con doppio tornello (uno davanti e uno in fondo?) oppure semplicemente per utilizzare un po’ ovunque adesivi sulle porte, anche perché resta sempre valido il discorso che la seconda porta è un senso unico con tantissime eccezioni. Sarà interessante vedere come la normale utenza sarà in grado di riconoscere le tipologie di bus e, soprattutto, le entrate quando le porte rototraslanti sono aperte e gli adesivi invisibili…

Il ritorno ai flussi canalizzati non è fattibile sui veicoli a pianale ribassato poiché l’incarrozzamento dei passeggini e dei disabili genera problemi sul senso di marcia. La porta centrale non può essere né di sola entrata, né di sola uscita e neppure può essere pensabile di riservarla alle sole carrozzine. Quando i mezzi erano dotati di porte unidirezionali, sui mezzi i passeggini andavano ripiegati e i disabili non salivano, quindi tutti (anche i passeggini) erano tenuti a rispettare il flusso.
La banalizzazione delle porte è stata obbligata proprio dall’arrivo dei veicoli con le postazioni per le carrozzine e tornare indietro necessiterebbe di una totale riprogettazione dei mezzi. Pensare di contrastare l’evasione, introducendo un sistema di incarrozzamento nato già zoppicante, di certo non è un buon modo di partire. Innanzitutto bisogna stare a vedere cosa succederà a marzo sui bus della linea 19, con i tornelli attivi.

Tema WP & Icone di N.Design Studio. Versione personalizzata da Tramditorino.it
Accedi