La matematica non torna

Lavori, Metropolitana

Da lunedì 27 luglio e per tutto il mese di agosto la metropolitana viene limitata alla tratta Fermi-Porta Nuova per consentire i lavori di collegamento al prolugamento Lingotto-Bengasi. Sulla tratta scoperta sono state prolungate le linee 1 e 35 e sono stati inseriti anche bus navetta del servizio flessibile. Sulla Stampa di oggi si promuove il servizio che ha portato ben 1 autobus ogni 7 minuti sull’asse di via Nizza. Quindi si ipotizza di sostituire un convoglio di metropolitana da 440 posti con una frequenza di 3 minuti (in orario di punta) con autobus da 140 posti (quando va bene, perché i 18 metri sono merce rara, frequenti sono i bus da 12 metri con 100 posti scarsi) con transiti ogni 7 minuti. In un’ora i posti offerti, per direzione, sono 8800 (anzi, siccome nella Fase 3 la capienza nominale è del 60%, 5280 posti) dati dalla metropolitana contro i 1190 del servizio sostitutivo (anch’esso teoricamente limitato al 60%, ovvero 714 posti). 5280 vs 714… e ci si stupisce se i bus sono presi d’assalto. Va bene che è quasi agosto, va bene che tanti restano a casa e che non ci sono turisti… però in matematica siamo un po’ zoppicanti.

L’idea di prolungare le linee 1 e 35 non è la soluzione migliore per sopperire al servizio metro dato che i bus aggiunti si disperdono su tutto il percorso: certo saranno felici i pendolari di Nichelino o le massaie del mercato di via Vigliani, però incrementare i passaggi su queste linee porta ad offrire più servizio dove teoricamente non serve. Da notare i tre autobus di linea 1 al capolinea di via Artom nella prima giornata di servizio prolugato, mentre a Porta Nuova non ci sono vetture e su tutta la linea ne sono in servizio 4 con ampi buchi… (non si vedono i bus di linea 35 né le navette “flessibili”, ma la situazione non era tanto diversa). Vedremo se nei prossimi giorni il servizio verrà “rimodulato” sulle effettive necessità.

Comments are closed.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Entries RSS Comments RSS Accedi