Linee in subappalto a Sadem

Bus, Tpl Commenti disabilitati su Linee in subappalto a Sadem

Da ieri, lunedì 13 febbraio, le linee 44, 89 e 95/ sono passate in gestione a Sadem. A fianco dei Solaris Urbino 12 si sono visti anche i Mercedes Integro O550 che, arrivati i nuovi Crossway (foto in basso), sono stati dismessi dal servizio sulla linea per l’aeroporto. Questi Mercedes, comprati usati dalla Norvegia (erano in servizio per la ditta Nobina), sono stati “ripuliti” dalla livrea speciale che Sadem aveva apposto per il servizio aeroportuale e si possono incontrare sulle tre linee sopracitate.

In questo “valzer” di linee, Sadem abbandona la gestione della linea 36 NA (la navetta Rivoli-Alpignano) che passa a Cavourese. In basso due immagini con l’ultimo giorno di gestione Sadem (effettata con il Cityclass ex Trieste ricolorato in livrea Gtt) e un Solaris ex Varsavia di Cavourese sulla linea 36N: entrambe le foto riprese al Castello di Rivoli.


Ricordiamo che Sadem si è anche aggiudicata la gestione della linea RV2 dallo scorso 1° febbraio. Invece dal 13 febbraio sono partite anche le seguenti assegnazioni: linea 95 a Cavourese, 36 Paracca a Bus Company, 24 e 25 ad Autoindustriale Vigo.

Acquisti polacchi

Bus, Tpl Commenti disabilitati su Acquisti polacchi


L’immagine qui in alto arriva da Varsavia, capitale della Polonia, ed è datata 2013. Raffigura un Solaris Urbino12 sulla locale linea 103 in ul. Marymoncka, periferia nord della città. Il bus in questione è prodotto dalla Solaris, azienda nata nel 1999 come evoluzione della Neoplan Polska, fondata a Varsavia nel 1994 dall’ingegnere polacco Krzysztof Olszewski e da sua moglie Solange Olszewska. Negli anni l’azienda cresce e nel 2007 produce oltre 1000 autobus all’anno. Il modello in fotografia, la matricola A030, fa parte del lotto di 31 veicoli che il vettore Mobilis (azienda di proprietà degli israeliani Egged) acquistò nel 2009 per gestire le proprie linee (a questa pagina l’elenco dettagliato dei mezzi). A Varsavia gli autobus sono gestiti da un’azienda municipale (che detiene oltre il 70% delle linee) e da altri vettori tra cui proprio Mobilis, un po’ come avviene a Torino con Gtt e i gli altri vettori. Trascorsi 8 anni, gli autobus sono stati sostituiti (beh, questo non avviene proprio a Torino!) e sono finiti presso un grosso rivenditore sito in Lombardia: BascoBus. Qui è possibile vederli: http://www.bascobus.com/it/bus/solaris-urbino-12995/
Alcune linee gestite da Mobilis, come la 103, sono ora in mano ad Arriva.

Non stupisce quindi rivedere il veicolo della prima immagine a Torino! E non è solo, ma è in compagnia con altri 20 fratelli, acquistati in blocco per far fronte all’impegno previsto dalla gara di appalto di numerose linee secondarie (vedasi articolo dello scorso 4 settembre). Le linee in questione sono: 22, 24, 25, 36 navetta, 36 paracca, 38 scolastico, 44, 44 scolastico, 46 navetta, 69, 69 scolastico, 86, 88, 89, 89/, 95, 95/, 98, Chieri 1, Chieri 2, Rivalta 2 che saranno suddivise tra Giachino, Sadem, Cavourese, Tundo, Autoindustriale Vigo, Bus Company ovvero i componenti della ATI vincitrice della gara.

Già da qualche settimana Bus Company gestisce 38 scolastico, 46 navetta, 89/ e 98 (a breve anche 36 Paracca) mentre Autoindustriale Vigo esercisce le linee 25, 88, Chieri1 e Chieri2. Dal 6 febbraio Giachino inizierà servizio sulla linea 69 mentre Sadem si appresta a prendersi carico del 44. Proprio Sadem si è aggiudicato il maggior numero di Solaris Urbino12, in numero di 9, che ha fatto integralmente riveniciare nella livrea arancione con fascia regionale gialla. Strana scelta dopo quella dei tre Cityclass ex Trieste Trasporti, riverniciati in livrea simile a quella Gtt. In numero di 6 esemplari è invece stato l’acquisto da parte di Giachino e Cavourese.

I mezzi, da 12 metri, sono a tre porte ed hanno una motorizzazione Euro5 con 188 KW di potenza e poco più di mezzo milione di Km alle spalle. Sarà interessante vederli sulle strade di Torino!

Aggiornamento: si ringrazia Piotr Sekuła per aver corretto le informazioni presenti in questo articolo.

25 e 86 ad Autoindustriale Vigo e nuove prospettive per 43-45-48

Bus, Tpl Commenti disabilitati su 25 e 86 ad Autoindustriale Vigo e nuove prospettive per 43-45-48

A partire dallo scorso 5 dicembre le linee 25 e 86 sono state assegnate al vettore Autoindustriale Vigo, già gestore delle linee urbane di Chieri 1C e 2C. Sul fronte linee 43, 45 e 48 dal 18 dicembre è probabile che esse rientrino alla gestione del vettore Ca.Nova, ripresosi dopo il periodo negativo dovuto ai guasti dei propri veicoli e ai danni subiti per la recente esondazione del torrente Chisola e del fiume Po. A breve dovrebbero arrivare una decina di BMB M231 MU ex Trieste Trasporti, della medesima serie del veicolo in forza al vettore Tundo (in basso una foto).

Sorprese sotto l’albero di Natale

Tpl Commenti disabilitati su Sorprese sotto l’albero di Natale

Si avvicina la festività Natalizia e voci di corridoio ci anticipano quali potrebbero essere i “doni” che la rete urbana di Torino potrebbe trovare sotto l’albero. In realtà non c’è nessuno stravolgimento, si tratta di piccole modifiche che vediamo sinteticamente:

  • linea 19: si allunga il percorso fino in piazza Solferino lungo l’asse Milano/XX Settembre e resta una circolare con capolinea unico in corso Cadore
  • linea 59-59/: sposta il suo capolinea in via Bertola, scambiandolo con quello della linea 72-72/
  • linea 72-72/: inverte il suo capolinea con la linea 59-59/, spostandosi in piazza Solferino dove c’è più spazio per attestare gli autosnodati che prestano servizio
  • linea 76: via Castagnevizza diventerà a senso unico e la linea divarica il percorso, spostandosi su via Bligny a Collegno nella direzione di via Olevano
  • linea 77: si limita il percorso in corso Farini, dietro al capolinea del 55; da corso Tortona non svolta più in corso Belgio ma prosegue fino a largo Regina Margherita dove effettua inversione di marcia e si porta verso corso Farini passando di fronte all’ospedale Gradenigo

Il 2017 potrebbe anche far tornare la linea 10 tram sull’intero percorso, anche se questa conquista richiederebbe un notevole sacrificio perché il contrappeso (un po’ per i costi di esercizio, un po’ per la disponibilità di veicoli) sarebbe l’addio alle linee 6 e 9. Al momento i binari in piazza Baldissera non ci sono ancora e non risultano essere arrivate indicazioni concrete per il loro ripristino. Staremo a vedere…

Attivata la priorità semaforica per la linea 16

Gtt, Linea 16, Rassegna stampa, Tpl, Tram Commenti disabilitati su Attivata la priorità semaforica per la linea 16

Stando a un comunicato stampa del Comune di Torino, da alcuni giorni sarebbe attiva la priorità semaforica per la linea 16 sugli impianti semaforici di corso San Maurizio, corso Regina Margherita, corso Tassoni, corso Peschiera/Einaudi e corso Massimo D’Azeglio. Su indicazione dell’Assessorato alla Viabilità, 5T avrebbe modificato i parametri di funzionamento dei sopracitati semafori, rendendo più probabile al tram di trovare il semaforo verde. L’intervento, sottolinea il comune, non ha necessitato alcun intervento strutturale e colpevolizza le precedenti amministrazioni di non aver volutamente agito in ottica di privilegiare il trasporto pubblico.
Si è stimato in circa 5 minuti il guadagno nei tempi di percorrenza che scenderebbero dagli attuali 50 a 45, ovvero con un risparmio del 10% circa. L’Assessore La Pietra ha già anticipato che tali interventi saranno estesi anche alla linea 15 e alle principali linee di autobus.
Lodevole qualunque intervento per privilegiare il servizio tranviario e la Redazione avrà cura di esaminare sul campo l’effettiva efficacia di queste modifiche e quando saranno raccolti sufficienti dati, si relazionerà in merito.

Alluvione a Moncalieri: colpita anche Ca.Nova

Tpl Commenti disabilitati su Alluvione a Moncalieri: colpita anche Ca.Nova

L’esondazione del Po ha colpito anche il deposito di Ca.Nova sito in Strada Carpice: un capannone coperto e la palazzina uffici sono stati invasi da quasi 50 cm di acqua che hanno di fatto bloccato ogni attività dell’azienda. Pochi danni ai veicoli, fortunatamente, dato che nell’area allagata erano parcheggiati solo mezzi a pianale alto (autobus da viaggio) ma l’area del rifornimento è andata fuori uso ed è stato necessario ripulire le cisterne del gasolio.
In attesa di riprendere le attività, previsto per fine settimana, tutti i mezzi sono stati trasferiti presso il deposito Gtt Gerbido dove è anche stato allestito un ufficio mobile. Il periodo “no” di Ca.Nova prosegue…

Cambi di gestione linee in vista?

Tpl Commenti disabilitati su Cambi di gestione linee in vista?

358-800

Corrono insistenti le voci che a partire da dicembre le linee 43, 45 e 48 passeranno definitivamente alla gestione diretta di Gtt. Questa decisione metterebbe un punto finale all’attuale situazione “mista” in cui i turni mattutini sono gestiti da Gtt e quelli pomeridiani dal vettore Ca.Nova. Gli autobus necessari per effettuare il servizio sembra siano recuperati da altre linee urbane/suburbane (si parla di linee secondarie come 19, 20, 37, 44, 63/), che verranno di depotenziate.

Altre vetture potrebbero essere recuperate dalla linea 77, per la quale si sta studiando una “rimodulazione” del servizio, con riduzione della lunghezza del percorso e attestamento del capolinea in corso Farini.

Con il passaggio dell’intera linea 45 al deposito Nizza, la linea 66 verrebbe totalmente trasferita nel deposito San Paolo.

Cambi di gestione per arginare le proteste

Rassegna stampa, Tpl Commenti disabilitati su Cambi di gestione per arginare le proteste

La protesta partita dagli abitanti di Borgaretto contro il servizio della linea 41 di Gtt, subappaltata al vettore Ca.Nova, subito seguita dagli altri cittadini di Beinasco, stanchi dei disservizi sul 43, ha aperto il vaso di Pandora, portando all’attenzione di tutti il problema delle linee periferiche, gestite in sub-affido, con veicoli non sempre adeguati. A ruota hanno fatto sentire la propria voce gli abitanti di Moncalieri, privati della pazienza dopo gli ennesimi disservizi sulla linea 45 (comprensibili per le corse saltate causa guasti, fuori luogo per la lentezza della linea, dovuta al traffico) e in ultimo si sono aggiunti i comuni di Nichelino e Vinovo, esasperati per la gestione della linea 35N.

Ca.Nova ha nel frattempo ammesso le difficoltà causate dal vetusto parco veicoli, cui si continuano ad aggiungere “nuovi” veicoli di seconda mano, come lo Scania matricola 449 proveniente da ATB Bergamo (sotto nell’unica immagine che lo ritrae in servizio in p.le Caio Mario), che rendono il parco veicoli sempre più disomogeneo e conseguentemente complesso da gestire.

Per arginare le proteste e tamponare la situazione, Gtt ha ripreso carico di parte delle linee incriminate. Da lunedì prossimo la gestione delle linee 43 e 48 passa integralmente a Gtt (erano già parzialmente assegnate deposito Gerbido), cui si somma la parziale gestione delle linee 45-45/ (deposito Nizza) e la completa assegnazione del 20 al deposito Venaria.

Di certo oramai il vaso è aperto e non è più possibile zittire le aspre critiche, ma occorre mettere mano alla qualità del servizio offerto.

articolo-canova

449canova

67 a Testona

Tpl Commenti disabilitati su 67 a Testona

67testona

Dal 1° novembre è attivo il prolungamento della linea 67 fino alla borgata Testona di Moncalieri, come anticipato dalla nostra redazione lo scorso 28 settembre. A differenza di quanto ipotizzato a fine settembre, il percorso definitivo ricalca in toto l’attuale, con il transito in via Negri nella sola direzione di Torino. Nei martedì, giorno di mercato, essendo la piazza Marconi occupata dalle bancarelle, il 67 arretra il suo capolinea nel vecchio stallo di via Negri, fino alle ore 16, orario in cui la piazza torna ad essere sgombra.

mappa67testona

Della Penna saluta Torino

Tpl Commenti disabilitati su Della Penna saluta Torino

178-79a
178-79b
178-79c

Dopo tre anni il vettore Della Penna, vincitore del sub-affido delle linee 46N, 78, 79 e San Camillo (quest’ultima nel frattempo soppressa), esaurito il contratto, termina il servizio al 31 ottobre e saluta la città di Torino. Il parco veicoli impiegato era composto da 6 mezzi Iveco Daily (poi scesi a 5 dopo la soppressione della navetta per il San Camillo) e da un Iveco Proxys. Dal 1° novembre le sopracitate linee sono gestite da Bus Company (46N) e da Ca.Nova (78 e 79). Le foto si riferiscono alla linea 79.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Entries RSS Comments RSS Accedi