Si lavora in via Nicola Fabrizi!

Lavori, Linea 13, Rete

Domenica 29 novembre 2015. Dopo quasi due anni esatti dalla sera in cui il montaggio delle luminarie di Natale danneggiò la linea aerea in piazza Risorgimento, Gtt torna sul posto per compleare la riparazione della linea aerea. Gtt avrebbe riparato tutto già due anni fa, se non fosse intervenuto il Comune di Torino che impose la soppressione del 13 tram in favore di un autobus che ha generato una valanga di critiche e obiezioni. Maggio 2016 si sta avvicinando e il timore di protrarre le critiche fino alle elezioni comunali ha forse portato alla decisione di completare i lavori lasciati in sospeso, visto che dopo gli interventi estivi sul ponte della Gran Madre, tutta la linea 13 risulta essere ora abilitata anche alle vetture a pianale ribassato, facendo così cadere l’unica giustificazione valida che deponeva in favore dell’autobus: l’accessibilità. Sul ritorno del 13 tram si rincorrono le voci di possibili date (7 gennaio 2016) così come sono numerose le ipotesi di riorganizzazione delle linee in Parella, da cambi di percorso per la linea 65 fino a navette tra piazza Campanella e via Servais; in ogni caso nulla è stato deciso, ma c’è fermento…
lavori-fabrizi1
lavori-fabrizi2
lavori-fabrizi3

Via Nicola Fabrizi: qualcosa si muove?

Rete

13addio1
13addio2

Giungono in redazione numerose segnalazioni di avvistamenti in via Nicola Fabrizi del carro-torre di manutenzione della linea aerea. Sono passati quasi due anni esatti dalla sera dell’incidente in cui gli operai addetti al montaggio delle luminarie di Natale, danneggiarono la linea aerea e provocarono inconsapevolmente (?) la scia di eventi che ha portato il 13 alla gestione automobilistica, alla creazione del 13/ e al dimezzamento dei passaggi, alla successiva sospensione e poi soppressione del 13/ tram… Le foto in alto documentano proprio i giorni in cui erano iniziati i lavori di ripristino della linea aerea danneggiata, lavori mai portati a conclusione per chiara volontà politica.

Riguardo questo tratto di rete circolano tantissime voci. L’assessore ai trasporti, Claudio Lubatti, in occasione dell’inaugurazione del 6 in piazza Statuto lo scorso 18 aprile, affermava che il 13 sarebbe tornato tram in settembre. Poi si parlava di novembre. Poi “nuovo anno”… promesse elettorali o no, resta il fatto di un impianto tranviario completamente rinnovato nel 2010 e abilitato alla circolazione dei tram a pianale ribassato, ma non percorribile perché mancano poco più di un centinaio di metri di linea aerea. Ripristinarlo, anche solo come binario di servizio, sarebbe un grosso atto di rispetto verso i lavoratori e il lavoro pagato dalla collettività nel 2010.

Inaugurato il nuovo Venaria Express

Rete, Servizi turistici

Si è tenuta ieri, 10 settembre, l’inaugurazione del nuovo servizio Venaria Express: completamente rinnovato nei veicoli, negli orari, nel percorso e nelle tariffe. La presentazione si è tenuta in piazza Vittorio Veneto (cui fanno riferimento le immagini più in basso), dove il nuovo Venaria Express effettuerà la seconda fermata del nuovo tragitto, in vigore da sabato 12 settembre.

Come già anticipato i veicoli saranno dedicati, si tratta di due Crossway extraurbani da 12 metri (matricole 346 e 352), integralmente pellicolati con disegni che rievocano la Reggia di Venaria e il parco della Mandria. Il percorso cambia, abbandona corso Stati Uniti e Porta Nuova in favore dell’autostazione Dora di via Fiochetto e di piazza Vittorio Veneto (dal centro in poi, la linea è invariata) ma la novità maggiore riguarda le tariffe: i biglietti vengono semplificati e l’accesso è permesso con un biglietto/abbonamento intera rete nei giorni dal martedì al venerdì, mentre il sabato e nei festivi occorre munirsi di un biglietto giornaliero da 7 Euro (il prezzo è stato abbassato rispetto ai 9 Euro attuali).

Tutte le informazioni sono sulla nuova pagina del sito web Gtt: http://www.gtt.to.it/cms/turismo/1932-venaria-express-il-bus-per-la-reggia-di-venaria-e-il-parco-della-mandria

VeExpress-09
VeExpress-10
VeExpress-01
VeExpress-02
VeExpress-03
VeExpress-04
VeExpress-05
VeExpress-06
VeExpress-07
VeExpress-08

Collaudo di p. Hermada

Linea 6, Rete, Serie 6000

Nella giornata odierna il nuovo capolinea della linea 6 in piazza Hermada, così come la tratta di corso Gabetti, sono in fase di collaudo per il servizio passeggeri. Le immagini qui in basso arrivano direttamente da piazza Hermada. Se tutto procederà come previsto, la nuova linea 6 potrà partire dal prossimo 19 aprile.

6036-hermada1
6036-hermada4 6036-hermada2 6036-hermada3

Pulizie primaverili in corso Gabetti

Lavori, Linea 6, Rete

cantiere-gabetti1
cantiere-gabetti2

Documentiamo i lavori che Gtt sta effettuando in corso Gabetti, dopo oltre un anno di abbandono del tracciato, propedeutici all’arrivo della linea 6. Evidentemente il sopralluogo dello scorso lunedì 27 marzo ha messo in luce la necessità di pulire a fondo la sede tranviaria, rimuovendo terriccio ed erba nel frattempo accumulatisi. Il periodo pasquale è sempre quello più indicato per le tradizionali “pulizie primaverili”!

Piazza Hermada saluta le 6000

Linea 6, Rete, Serie 6000

6039hermada

IMG-20150327-WA0004

Arriva dal social network Facebook, già ripresa da alcuni forum, le immagini qui in alto della 6039 ritratta questa mattina in piazza Hermada. E’ dal lontano 7 dicembre 2013 che i binari di corso Gabetti e piazza Hermada non erano percorsi da vetture tranviarie. Le 6000 erano già state portate in piazza Hermada, anni fa, per dei test di percorribilità, ma tutto rimase limitato allo scopo conoscitivo. Con oggi si avvia un nuova era, dove sarà la linea 6 a raggiungere i binari oltre fiume di Borgo Po.

Giungono, infine, voci sull’attestamento del capolinea della linea 6 in centro: non più piazza XVIII Dicembre e inversione di marcia in piazza Statuto, bensì piazza Statuto angolo corso Beccaria, dove ora sosta la linea 7.

Lavori in piazza Carlina

Lavori, Linea 18, Rete

Dal 9 marzo l’intera piazza Carlina sarà scollegata dalla rete tranviaria per i lavori propedeutici alla realizzazione del parcheggio interrato. Nei primi giorni il transito sarà interdetto anche a tutti gli altri mezzi pubblici (18 e 61 deviati sull’asse di corso Cairoli, la linea 68 dai Giardini Reali) mentre successivamente -terminata la posa della nuova fognatura- la circolazione riprenderà a doppio senso di marcia esclusivamente sul lato est della piazza.

Si sfrutterà l’occasione anche per rimuovere gli ultimi resti di porfido dal tratto di via Rossini a fianco dell’Auditorium Rai.

Termine previsto dei lavori del parcheggio: settembre 2016.

Scambio declassato

Linea 15, Linea 16, Rete

scambio713c

La radiofrequenza dello scambio 713, di corso Einaudi angolo corso Duca degli Abruzzi, è da qualche giorno spenta. Lo stesso scambio era stato protagonista di un deragliamento lo scorso 30 gennaio (foto sotto, dove si vede il furgone adibito a soccorso tram) e probabilmente per precauzione o in attesa di manutenzione, l’impianto è stato ora provvisoriamente disattivato. E’ comunque previsto il rinnovo degli scambi della rotonda Einaudi nel corso della prossima estate.

scambio713-300115 scambio713a scambio713b

La sottile linea rossa

Rete, Tram

linearossa

Sono apparse alcune linee rosse, disegnate tra le due rotaie in prossimità degli scambi. Le prime ad apparire sono state in piazza della Repubblica, poi, da ieri, anche in corso Vittorio Emanuele II prima di via XX Settembre, proprio sullo scambio protagonista del quasi-sviamento dello scorso maggio (vedi notizia del 20/5).

2856b

Tali segni sono un rafforzamento della segnaletica aziendale (la bandierina bianca con la V rovesciata blu) che impone il mantenimento della distanza in presenza di uno scambio già impegnato, onde prevenire qualsiasi azionamento accidentale in caso di avaria del sistema di blocco. Per un approfondimento sul funzionamento degli scambi a radiofrequenza, seguire questo link: http://www.tramditorino.it/scambiorf_funzionamento.htm

Via i binari, largo al teleriscaldamento

Lavori, Rete

assietta1
assietta2
assietta3

In questi giorni si sta lavorando al teleriscaldamento in via Assietta e il cantiere ha ora raggiunto il tratto compreso tra via Camerana e via San Secondo, dove prima di poter procedere allo scavo è necessario rimuovere i binari, già da oltre un decennio disconnessi dalla rete. Questi binari furono l’ultimo capolinea della linea 6 prima della riforma 1982 e da allora non sono più stati percorsi da alcuna linea regolare. Un altro piccolo pezzo di storia che scompare nel mare del tempo.

 

Tema WP & Icone di N.Design Studio. Versione personalizzata da Tramditorino.it
Accedi