Debutta la nuova linea 6 con i nuovi bus elettrici

Bus, Linea 6 Commenti disabilitati su Debutta la nuova linea 6 con i nuovi bus elettrici

Entrati in servizio i primi cinque esemplari di autobus elettrico da 12 metri prodotti dalla cinese BYD. Debuttano sulla nuova linea 6, un quarto dei nuovi arrivati (il lotto complessivo prevede 20 veicoli). Le matricole impiegate sono state: 34E, 36E, 37E, 39E e 41E. Nei prossimi giorni pubblicheremo un report sulla nuova linea 6, alla quale diamo qualche giorno per assestarsi nel nuovo formato.



La nuova linea 6 abbandona il percorso tranviario Hermada-Statuto e segue invece il tragitto del 68, con un passaggio più ravvicinato al campus Einaudi in direzione Hermada (l’unico possibile dato il senso unico del lungodora Siena). In basso una mappa della nuova linea:

6 al capolinea

Linea 6 Commenti disabilitati su 6 al capolinea

Adesso è ufficiale che la linea 6 tram terminerà servizio il 1° ottobre e sarà trasformata in linea bus dal giorno successivo, con uno stravolgimento del percorso. Come anticipato lo scorso 31 luglio, si è deciso per la trasformazione del 6 in un supplemento della linea 68 tra Porta Nuova e il Campus Einaudi con l’attestazione in piazza Hermada. I tram recuperati dalla linea 6 saranno rigirati sulla linea 10 che a sua volta libererà vetture per la linea 13 che sarà potenziata (in realtà torna ai livelli di qualche anno fa).

I tram sul 6 torneranno a vedersi dal 11 settembre e saranno le ultime tre settimane di gestione su ferro: dal 2 ottobre arriverà la gomma.

Quale futuro per la linea 6

Linea 6 Commenti disabilitati su Quale futuro per la linea 6

Futuro incerto per la linea 6, la linea tranviaria della Sindone, nata per il potenziamento del servizio in occasione dell’ostensione 2015. Il collegamento che allo stesso tempo potenziava l’asse Porta Susa-piazza Castello, collegava Porta Susa con il Campus Einaudi e recuperava il binario di piazza Hermada, ha con molta fatica raccolto una fetta di clientela soprattutto nelle ore di punta, malgrado la bassa frequenza (un tram ogni 15 minuti).

Tutto questo però non è sufficiente e si sono studiate delle variazioni di percorso (e gestione) della linea in modo da aumentare il carico della stessa. L’idea iniziale era quella di mantenere il servizio tranviario con un percorso che collegasse maggiormente Porta Nuova con il Campus, ricalcando in parte il percorso del 68 bus, linea che è satura nelle ore di punta. Il principale problema era la mancanza della svolta a destra da via Rossini verso corso Regina Margherita e quindi si ipotizzava il riutilizzo dei binari esistenti con il giro da via Po e Giardini Reali, anche se questo avrebbe decretato la perdita del capolinea di piazza Castello per la linea 7 (e conseguente penalizzazione del servizio turistico) oltre a un giro dell’oca che avrebbe tenuto lontani i passeggeri maggiormente attratti dal 68 con un percorso più veloce e rettilineo.

Così si è ipotizzata la provvisoria gestione bus della linea, in attesa della posa del raccordo (due curve, 4 scambi e un incrocio nuovo) all’angolo tra corso Regina Margherita e via Rossini, ma come si può immaginare questa opzione sembra essere praticamente impossibile, perché è sbagliato investire a lungo termine… Visto che l’idea della gestione provvisoria con bus appariva molto definitiva, perché non ipotizzare un giro più contorto, avvicinandosi ancora di più al Campus e magari utilizzare i nuovi bus elettrici Byd? Soprattutto perché questa opzione libererebbe risorse economiche per il ritorno del DoraFly (il nuovo Dora Express) tra Porta Susa e piazza Baldissera.

Ovviamente le idee restano tante e tutte confuse, quindi non è ancora chiaro cosa ne sarà della linea 6 anche se è plausibile che diventerà una sorta di supplemento del 68 e il capolinea liberato in piazza Statuto porterà al ritorno del 13/ per sopperire alla riduzione di posti offerti sull’asse Porta Susa – piazza Castello… tutti film già visti e dai risultati più che noti…

 

Deraglia il 6 in corso Regina Margherita. Foto esclusive dall’alto!

Incidenti, Linea 6 Commenti disabilitati su Deraglia il 6 in corso Regina Margherita. Foto esclusive dall’alto!

deragliamento GTT 17-3-2016 (2)

Sono quasi le ore 18 quando una motrice di linea 6, subito dopo aver effettuato la fermata “Giardini Reali” posta in corso Regina Margherita, dirigendosi verso via Denina è sviato all’altezza del secondo carrello. Il tram non procede a particolare velocità e si ferma dopo pochi metri senza causare alcun danno né ai passeggeri né agli altri utenti della strada.

deragliamento GTT 17-3-2016

Il binario è rettilineo e il carrello sviato è il secondo, due aspetti che, insieme, rendono l’incidente quasi impossibile. Eppure le indagini di Gtt dovranno chiarire la dinamica e capire come è stato possibile che accadesse.
Dopo 2 ore e tre quarti di lavoro, il tram viene riportato sui binari e trainato in deposito, lasciando alle sue spalle diversi metri di cordolo danneggiato.

deragliamento GTT 17-3-2016 (4)
deragliamento GTT 17-3-2016 (8)

E’ il quarto deragliamento della linea 6 nei pochi mesi di vita: il più grave e spettacolare è senza dubbio quello dello scorso 5 luglio con il deragliamento di una motrice in corso Regina Margherita angolo via Denina, seguito poco tempo dopo (il 21 luglio) da un cordolo, sempre nello stesso punto di corso Regina Margherita, che provocò l’uscita dai binari di un’altra motrice di linea 6. Ultimo incidente, un lieve deragliamento in piazza Statuto, poco dopo il capolinea. Nel medesimo periodo sul resto della rete si segnala un unico deragliamento, su linea 4 in corso Unione Sovietica il 18 novembre 2015: la sorte si è pesantemente accanita contro la linea 6 in corso Regina Margherita angolo via Denina (tre deragliamenti su quattro, per cause completamente diverse, sono avvenuti nei pressi di questo incrocio).

Ci passo, ci passo… no, non ci passo!

Incidenti, Linea 3, Linea 6 Commenti disabilitati su Ci passo, ci passo… no, non ci passo!

incidente3-6renegade

Alcune azioni dovrebbero comprovare la totale incapacità di condurre un veicolo e portare alla revoca della patente. Un esempio potrebbe essere l’incidente di questa sera, lunedì 22 febbraio, in piazza della Repubblica tra un Suv Renegade e due tram, uno della linea 3 ed uno della linea 6: l’automobile ha azzardato un sorpasso, benché lo spazio disponibile fosse sempre inferiore per l’avvicinarsi della motrice nella direzione opposta. L’automobilista non si è curata di questo “piccolo” dettaglio, il suo unico pensiero era quello di non restare dietro al tram (probabile causa di pesante vergogna) e così si è ritrovata incastrata tra le fiancate delle due vetture, dopo aver percorso un tratto in contromano.

Da notare che il tratto di strada in cui è avvenuto l’incidente, è percorribile esclusivamente dai mezzi pubblici e dai veicoli autorizzati, 24 ore su 24.

Dopo l’intervento dei mezzi di soccorso, i tram sono stati liberati e sono rientrati in deposito. Nessun danno alle persone, perché è andata bene, ma a conducenti di questo tipo non sempre possono contare sulla buona sorte.

6040 promozionale linea 6

Linea 6, Pubblicità, Serie 6000 Commenti disabilitati su 6040 promozionale linea 6

Da alcuni giorni la motrice 6040 viaggia con una pubblicità relativa alla linea 6. Tale pellicolatura rientra nella campagna informativa della nuova linea tranviaria, nota anche come “tram della Sindone”. La linea 6 vede ogni giorno l’incremento dei suoi passeggeri, soprattutto gli studenti che iniziano a frequentare il campus universitario Einaudi.

6040-pubblicita6bis

6040-pubblicita6

Altri piccoli cantieri estivi

Lavori, Linea 15, Linea 4, Linea 6 Commenti disabilitati su Altri piccoli cantieri estivi

I grossi cantieri di Rondò Einaudi e del ponte della Gran Madre stanno procedendo e si avviano verso la conclusione. Ciò permette quindi di spostare le forze su altri interventi minori, necessari ma non così invasivi. Vediamoli in sintesi.

Ponte Mosca

Sono passati poco più di due anni dal totale rifacimento dei binari e della pavimentazione sul Ponte Mosca che si torna a lavorare sulle lose. Dal 17 al 21 agosto la linea 4 tram sarà limitata a Porta Palazzo e verrà istituita una navetta bus (4N) tra via Bertola e Falchera. Come già detto, questa è un’estate di navette!

Piazza Vittorio Veneto

Si rinnova lo scambio che permette alla linea 15 di svoltare a sinistra dalla piazza verso lungopo Cadorna. Con l’occasione si rinnova anche l’asfalto della corsia preferenziale. Dal 24 agosto al 4 settembre il cantiere bloccherà il transito ai tram da piazza Castello al Po, salvo nei weekend in cui si permetterà alla linea 7 di seguire il suo percorso regolare.

Piazza Statuto

La curva del giardinetto di piazza Statuto, quella utilizzata un tempo come capolinea tecnico della linea 10 ed oggi percorsa dalla linea 6, necessita di essere sostituita. Si prevede di lavorare dal 17 agosto al 1° settembre. La linea 6, non potendo più percorrere quel binario, vedrà il suo capolinea spostato al Rondò Forca, all’attuale capolinea della linea 10 tram.

6 in evidenza!

Linea 6 Commenti disabilitati su 6 in evidenza!

Da qualche giorno sulle paline della linea 6 il numero ha cambiato colore! Non siamo diventati daltonici, né l’adesivo è sbiadito, semplicemente il cambio vuole portare l’attenzione dell’utenza sulla linea 6 il cui percorso ha grandissime potenzialità ma viene finora snobbato dai più. Come già avvenuto in passato, l’utenza si abitua con molta difficoltà alle novità e per fare ciò serve molto tempo. Vedremo se questo artificio, unito alla campagna promozionale dell’AMM, aiuterà l’utenza a sfruttare meglio l’offerta di trasporto pubblico della città.
6arancione
6amm

Cordolo caduto provoca deragliamento tram

Incidenti, Linea 6 Commenti disabilitati su Cordolo caduto provoca deragliamento tram

Un cordolo in pietra di delimitazione della corsia riservata di corso Regina Margherita, sul binario opposto rispetto a quello dove recentemente è deragliato un tram della linea 6, è stato spostato dalla sua posizione originaria ed ha causato il deragliamento di un altro tram della linea 6. Il tram a pianale riabassato viaggia a poca distanza dal piano del ferro e non c’è spazio a sufficienza per superare ostacoli così alti e pesanti. Vari danni al primo carrello del tram, ma nessuna conseguenza per i passeggeri della linea. Dopo poche ore il veicolo è stato spostato e il cordolo ripristinato.

6020incidente (3)
6020incidente (2)
6020incidente (1)

Manovra azzardata provoca deragliamento della linea 6

Incidenti, Linea 6, Serie 6000 Commenti disabilitati su Manovra azzardata provoca deragliamento della linea 6

Sono passate le ore 11 da poco quando in corso Regina Margherita una Fiat Bravo, che sta procedendo verso il centro, affianca una Fiat Panda e all’altezza di via Denina / via Ricotti svolta improvvisamente verso destra: taglia la strada alla Panda e la evita di un soffio, ma non succede altrettanto al tram di linea 6 che sta sopraggiungendo. L’impatto è inevitabile, il tram spinge l’auto contro le piante sulla sede riservata e viene sbalzato fuori dai binari, proseguendo la sua corsa ancora per una decina di metri prima di fermarsi di traverso in corso Regina Margherita. L’automobilista ha riportato alcune ferite, ma nulla di grave per fortuna, benché sia stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per liberarlo dalle lamiere dell’auto, mentre per il tranviere è stato necessario un controllo in ospedale per lo shock subito. I veicoli sono stati coloro che hanno riportato i danni maggiori: l’auto è pressoché un rottame mentre il tram ha richiesto oltre 4 ore di lavoro per essere rimesso sui binari e poter così rientrare in deposito. In basso alcune foto dell’intervento dei tecnici Gtt per ripristinare la linea. Il 6 è stato limitato alla tratta Statuto-Rondò Rivella e un servizio navetta bus copriva il percorso scoperto. Anche la linea 3 ha subito la medesima limitazione al Rondò Rivella e autobus sostitutivi percorrevano la tratta non servita.

6054-incidente16054-incidente2 6054-incidente36054-incidente4 6054-incidente52750-6bus 6054-incidente6

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Accedi