2800 sulla via della pensione

Serie 2800, Tram

Con la notizia del prossimo arrivo dei nuovi 70 tram HitachiRail realizzati per Torino, si è aperto un ampio dibattito sul futuro dei tram serie 2800.

Molti appassionati e simpatizzanti si sono allarmati sulla sorte dei tram arancioni che da quarant’anni accompagnano la vita dei torinesi, caratterizzando il paesaggio urbano. Già nel primo decennio del nuovo secolo, GTT aveva accantonato una decina di vetture serie 2800-2857. Erano state demolite le vetture 2804, 2811, 2812, 2821, 2822, 2825, 2830, 2831, 2832. Nel 2009 un tram tra quelli dismessi, la 2840, fu donata dalla città di Torino al municipio di Santos, in Brasile, dove è stata restaurata e trasformata nel 2015/16 in un tram ristorante polifunzionale (il Bonde Arte). Nel 2011 GTT e ATTS hanno recuperato e restaurato un’altra motrice dismessa, riportata alle condizioni di origine del 1960: si tratta della vettura numero 2847. Altre vetture demolite nel corso degli anni a seguito di gravi incidenti sono state la 2810 e la 2864.
I tram della prima sotto-serie ancora utilizzati per il servizio di linea sono oggi piuttosto logori e non più adatti a un servizio di trasporto moderno. Sulle loro spalle gravano infatti gli anni di servizio sotto forma di serie 2100/2200 (1935-1960) e poi come serie 2800, usati ininterrottamente dal 1960. Discorso diverso è quello per le vetture della seconda sotto-serie in quanto le motrici da cui sono nate, le 2500, sono rimaste accantonate per quasi un decennio tra gli anni Sessanta e il 1973, quando furono rimesse in servizio a seguito della crisi energetica. Inoltre le componenti meccaniche dello snodo sono state realizzate nel 1982, di ventidue anni più giovani delle consorelle della prima sotto-serie.

La mancanza di ricambi (soprattutto le componenti elettriche e meccaniche più vecchie), l’usura intrinseca e il sovrannumero causato dalla cancellazione di alcune linee tram (come ad esempio la linea 18) che hanno ridotto il fabbisogno di vetture a circa 50 tram, nonché la previsione di un arrivo di nuove motrici dal 2022, ha portato all’accantonamento di un altro lotto di 2800. Parallelamente a questo sono sorte delle iniziative pro-2800, alcune, come ATTS, per la preservazione di un esemplare per tipo da aggiungere alla flotta di tram storici, altre invece per il mantenimento in servizio di tutte (o quasi) le vetture. Tralasciando tutti i problemi di accessibilità delle motrici, il mantenimento in servizio delle 2800, quando saranno arrivati i 70 tram HitachiRail, non ha alcuna logica dato che non c’è nessun bisogno di avere un parco tranviario così esteso. Se ad oggi sono solo 50 le 2800 regolarmente utilizzate, quando arriveranno i 70 nuovi tram, non solo si potranno sostituire tutte ma resteranno ancora delle vetture per incrementare il servizio. Più che chiedere di tenere i tram, occorre sostenere il mantenimento, il potenziamento e l’estensione della rete con nuove linee e nuove tratte: solo in presenza di un fabbisogno maggiore di vetture si potranno “salvare” le motrici più vecchie dall’alienazione.

Outlet Village sulle 2881 e 2882

Pubblicità, Serie 2800

Dopo la pausa del lockdown torna il Torino Outlet Village su due 2800: la 2881 e la 2882 (in foto). Le due pubblicità però non sono identiche, ogni tram è un pezzo unico. Circolano per le strade da alcuni giorni e rappresentano la sesta e settima versione di questa campagna promozionale.

Una 2800 per consegne a domicilio

Pubblicità, Serie 2800


Da alcuni giorni due motrici serie 2800 (2875 e 2887) percorrono i binari di Torino rivestite dalla promozione di Everli, già Supermercato24, ovvero un servizio che permette di fare la spesa online presso il supermercato desiderato e ricevere direttamente a casa la merce.

Un 10 verde

Linea 10, Serie 2800


La linea 10 è una linea su cui circolano vetture serie 6000 e 5000. Le 2800 sono molto rare da vedere, l’ultima occasione in cui ne abbiamo immortalata una fu l’estate dello scorso anno: il 2019 resterà negli annali in quanto la linea 10 rimase tram per l’intero periodo estivo. Da lunedì 14 settembre con la riapertura delle scuole e il massimo impegno possibile per limitare gli assembramenti a bordo dei mezzi pubblici, le 2800 sul 10 sono timidamente ricomparse per turni supplementari. Ma se la 2800 arancione non fa più notizia, curioso è vedere una delle 2800 verdi in servizio sul 10! Il tram è uscito dal deposito Nizza intorno alle 7.30 ed è rientrato verso le ore 11. In basso altre due immagini, la prima in piazza Statuto (come quella in alto, in apertura) e la seconda in piazza Carducci, poco fuori dal deposito Nizza.

Torna il tram in saldo

Pubblicità, Serie 2800

Torna il periodo dei saldi e ritroviamo una vecchia conoscenza, ovvero il tram per Torino Outlet Village. Questa volta i colori scelti sono il bianco e l’arancione, quest’ultimo si mimetizza perfettamente con il colore della carrozzeria, rendendo così le scritte come se fossero direttamente applicate sulla vernice in trasparenza. Qui allegate due immagini del tram, ripreso in via Valperga Caluso sulla linea 16 circolare destra.

Un tram per futuri scrittori

Pubblicità, Serie 2800

La motrice 2867 ha ottenuto da alcuni giorni una pellicolatura integrale alquanto vivace ed allegra: si tratta della campagna promozionale della Scuola Holden, la scuola di narrazione, comunicazione e di arti performative, fondata nel 1994 a Torino, dove ha tuttora sede. Qui il tram è stato ripreso sulla linea 16 CD nella zona di San Salvario.

Il ritorno del tram ad alta quota

Pubblicità, Serie 2800

Da lontano sembra di vedere una pubblicità della famosa marca di cioccolato svizzero Milka, invece il colore lilla nasconde la seconda volta per la pubblicità integrale di una mostra al Museo della Montagna Duca degli Abruzzi.
Dal 26 maggio 2020 al Museo Nazionale della Montagna apre la mostra “Qui c’è un mondo fantastico. Sguardi contemporanei sugli archivi del Museomontagna“, curata da Veronica Lisino, conservatore della Fototeca del Centro Documentazione, e da Giangavino Pazzola, curatore indipendente.
Un percorso di esplorazione e reinterpretazione delle raccolte fotografiche, e non solo, conservate negli archivi del Museo, dal punto di vista di quattro artisti: Marina Caneve, Vittorio Mortarotti, Laura Pugno e Davide Tranchina.
L’iniziativa fa parte del progetto iAlp – Musei Alpini Interattivi, che il Museomontagna conduce dal 2017 con il Musée Alpin di Chamonix-Mont-Blanc, e continua l’azione di valorizzazione delle collezioni degli archivi dell’istituzione torinese, declinandola come opportunità per ampliare la riflessione sulla rappresentazione della montagna e tracciarne visioni inedite.
Per promuovere la mostra è stata quindi pellicolata la 2888 con un motivo che riprende la locandina ufficiale:

Attuale gestione della rete tram

Serie 2800, Serie 6000, Tpl, Tram

L’attuale emergenza CoVid-19 ha portato un completo riassetto della gestione delle linee sia tram che bus. Tutti i turni iniziano e finiscono in deposito, si assiste quindi a un intenso traffico tranviario sui binari di raccordo verso i depositi anche in orari “inconsueti” secondo il normale servizio (un esempio è nella foto in basso con una motrice di linea 10 che è uscita dopo pranzo dal deposito Nizza e sta percorrendo il cavalcavia di corso Sommeiller).

La gestione delle linee si è suddivisa con le motrici serie 6000 e 2800, le uniche dotate di una porta anteriore utilizzabile esclusivamente dal manovratore. Le 6000 si incontrano sulle linee 3, 4 e 10 mentre le 2800 prestano servizio sulle linee 9 e 13. Le linee 15 e 16 sono gestite con autobus a causa della chiusura dell’officina del deposito San Paolo a seguito precauzionale contro la diffusione del virus. La linea storica 7, così come la Sassi-Superga sono sospese.

L’outlet village resta sempre alla moda

Pubblicità, Serie 2800

Siamo già alla quinta versione della pubblicità integrale del Torino Outlet Village: tante? Beh di certo no, se si parla della moda… In questi giorni la 2882 gira per le strade semi-deserte con una nuova versione della campagna pubblicitaria.

Torna Idealista, questa volta più fortunato sulla 2902?

Pubblicità, Serie 2800

A distanza di un anno torna la pubblicità di Idealista sulla carrozzeria della 2902. Questa volta si spera che il tram sia più fortunato perché il precedente, la 2867, è rimasta a lungo ferma ed è probabile che per questo motivo la campagna promozionale sia stata riproposta sulla 2902.

Da segnalare che anche sulla 6039 è comparsa la pubblicità integrale di Idealista:

WP Theme & Icons by N.Design Studio Traduzione ed adattamento Tramditorino.it
Entries RSS Accedi