Bus elettrici BYD: un vanto o cosa?

Bus Add comments

E’ arrivato in Piemonte il primo esemplare di autobus elettrico da 12 metri prodotto dalla cinese BYD. Bisognerà attendere settembre per vederlo in servizio e in tanti si chiederanno dove sarà possibile trovarli. Secondo le idee della precedente amministrazione (sintetizzate qua), cinque bus dovevano essere utilizzati per la gestione di una linea torinese (si parlava della linea 19, per la possibilità di ricaricare i veicoli direttamente nel deposito Tortona), altri 6 sarebbero spettati a Settimo Torinese (forse da impegnare sul SE1-SE2) e 5 veicoli per una linea Collegno/Pianezza (forse il 37). Alla luce dei lavori svolti sia nel deposito Tortona che nel deposito Gerbido, che si divideranno in due la flotta, si sta delineando questo quadro per l’impiego dei nuovi bus: i mezzi del Gerbido saranno impiegati sul 37 (rinominato linea CP1) e su una navetta di collegamento tra la Stazione Lingotto e P.le Caio Mario; i bus del Tortona andranno sulle linee 19, SE1 e SE2. La nuova amministrazione, volendo dare un taglio netto con il passato, applica alla lettera le idee dei propri predecessori!

Ma c’è di più. I nuovi bus hanno un’autonomia dichiarata di 270 Km, tanti ma non sufficienti per coprire un’intera giornata di servizio, bensì solo 2/3 di essa: sono allo studio nuovi orari che facciano ruotare i veicoli in modo da non restare mai “a secco”, visto che a differenza delle linee Star, questi veicoli si ricaricherebbero esclusivamente in deposito.

Infine una piccola riflessione. Quando si acquistano dei nuovi veicoli, soprattutto quando essi sono politicamente “interessanti”, si tende a metterli in mostra sulle linee più centrali, quelle con l’utenza più numerosa. Dopotutto negli anni ’90 i primi due mezzi elettrici da 12 metri, gli Iveco Altra 490.EET.12 matricole E001 e E002, facevano servizio sulla centralissima linea 55. Oggi si prevede di usare i bus su linee periferiche e secondarie. Un timore che i mezzi non resistano alle sollecitazioni delle vie lastricate? O si vuole cercare di far sentire di “serie A” i passeggeri di linee di “serie C”? O si vuole fare in modo che questi nuovi mezzi siano molto pubblicizzati ma nella pratica li vedano solo in pochi? Boh…

Comments are closed.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Entries RSS Comments RSS Accedi