Campagna Unicredit sulla 2902

Pubblicità, Serie 2800


L’ultima motrice serie 2800, la 2902, è protagonista della campagna promozionale di Natale della banca Unicredit. Unicredit nasce nel 1998 dalla fusione tra Credito Italiano e Rolo Banca 1473 che formavano il gruppo Credito Italiano anch’esso nato dalla fusione precedente di diverse banche ed istituti di credito (Credito Romagnolo, Cassa di Risparmio di Modena, Banca del Monte di Bologna e Ravenna, Banca Popolare del Molise, Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona, Cassa di Risparmio di Torino e Cassamarca). Successivamente altre banche entrarono a far parte del gruppo, come ad esempio la Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto (Caritro) e Cassa di Risparmio di Trieste. Il gruppo bancario, secondo in Italia, ha importanti presenze anche in Germania  e Austria (HypoVereinsbank) e in vari paesi dell’est europeo.

In arrivo altri 40 Conecto più due omaggi

Bus, Gtt


Sono in arrivo altri 40 autobus Mercedes Conecto, questa volta con alimentazione a metano. Questi autobus sono anch’essi prodotti nella fabbrica di Bahçeşehir-Hoşdere (vicino a Istambul, Turchia) dove ha sede la Mercedes-Benz Türk che si occupa di completare l’assemblaggio dei modelli Travego, Tourismo, Intouro e Conecto. I primi quattro esemplari sono arrivati presso il deposito Gerbido nelle scorse ore. La serie sarà 2400-2439. La presentazione dei nuovi mezzi avverrà il 30 dicembre di fronte al Municipio e poi entreranno in servizio sulla linea 55. Successivamente sarà possibile vederli anche sulle linee 12 e 71. Leggi tutto »

Poca pazienza

Incidenti, Linea 4, Serie 6000


E’ noto che il tempo è denaro e dover aspettare un semaforo rosso può causare gravi danni… ma mai quanti quelli che può provocare un tram! Nella convinzione di essere più veloce del tram e con l’obiettivo di non restare accodato alla linea 4 in prossimità della fermata, questo taxi ha calcolato male i tempi e il passaggio con il semaforo rosso gli è costato caro: il tram l’ha colpito fortunatamente a bassa velocità e senza provocare feriti (ad eccezione dell’orgoglio del povero taxista). Testimoni oculari confermano l’infrazione, purtroppo molto diffusa tra i veicoli che escono dal parcheggio della stazione. Dopotutto si sa che il tempo è denaro.

Il tram è quasi deragliato. Un asse era quasi uscito dai binari per via dell’effetto leva dato dall’automobile incastrata contro le transenne, ma manovrando in regresso la vettura è rientrata senza alcun problema.

Via Arsenale riapre sabato 14

Lavori, Linea 15, Linea 4

I cantieri di via Arsenale volgono al termine! Sabato 14 dicembre la via riapre al traffico dei mezzi pubblici, chiusa dallo scorso 1° luglio. I cantieri della Smat e di Gtt sono iniziati lo scorso marzo ed hanno visto prima il totale rifacimento della rete di raccolta delle acque piovane e poi il rinnovo dei binari, dopo circa 35 anni di onorata carriera (l’ultimo rinnovo del tratto tra corso Matteotti e corso Vittorio Emanuele II era del maggio 1986 mentre nel tratto più a nord bisogna tornare indietro al luglio 1984). Il cantiere doveva concludersi a fine novembre ma le forti piogge hanno rallentato i lavori e fatti slittare di due settimane. Riprenderanno il loro percorso le linee tram 4, 15 e i bus 55, 57, 58, 58/.

Un deragliamento (quasi) impossibile

Incidenti, Linea 4, Serie 6000

Intorno alle 17.30 di ieri, mercoledì 11 dicembre, un autobus della linea 57 si è guastato in corso Regina Margherita, all’altezza della vecchia caserma dei pompieri. Dietro di lui vi era un tram, la 6016 in servizio sulla linea 4, che si è trovata bloccata dal bus in avaria (e a seguire anche altri veicoli). Mentre gli altri veicoli riuscivano a deviare lungo percorsi alternativi, la motrice era ancora ferma in curva e ostruiva l’intero incrocio. Giunti sul posto vigili e graduati ed essendo il tram bidirezionale, dopo aver fermato il traffico su via XX Settembre, si è proceduto a far tornare indietro il tram onde permettergli di deviare e, soprattutto, di liberare l’incrocio. La vettura aveva già impegnato parte dello scambio di uscita ed essendosi fermata sopra, era impossibile constatare il corretto posizionamento delle lingue nel momento in cui si è tornati indietro. Lo scambio evidentemente non era perfettamente accostato e il carrello ha preso la direzione sbagliata, finché non è stato trascinato fuori dai binari. Leggi tutto »

T(r)amponamento

Incidenti, Linea 16, Serie 2800

Nel pomeriggio di ieri, 9 dicembre, una vettura di linea 16 appena ripartita dalla fermata di piazza Bernini ha tamponato violentemente un tram di linea 10, fuori servizio, che stava procedendo per inserirsi in linea. Nello scontro ci sono stati una decina di passeggeri lievemente feriti e lo stesso manovratore della motrice serie 2800 che ha riportato alcuni traumi, non gravi, ed ha necessitato del ricovero in ospedale. Il tratto di binario in questione è in sede riservata ed è uno di quei tratti più soggetti ai problemi autunnali in cui le foglie e l’umidità rendono il binario alquanto scivoloso. Naturalmente le indagini faranno chiarezza sulle cause alla base dell’incidente, la cui dinamica è abbastanza chiara: la vettura arancione non ha frenato in tempo ed ha urtato la vettura serie 5000 che la precedeva. I due tram hanno subito gravi danni, soprattutto la 2884 ha riportato la completa deformazione della parte rastremata. Danni molto più ridotti per la 5020 tamponata. A seguire altre immagini tratte dal TGCOM. Leggi tutto »

Riaffiorano i binari di via Nizza

Lavori, Rete

Nell’ambito dei lavori di “riqualificazione” di via Nizza nel tratto compreso tra corso Marconi e corso Sommeiller sono riaffiorati i binari della linea 1, utilizzati fino al 2002 e poi scollegati dalla rete nell’ambito dei lavori alla metropolitana. Via Nizza era stata riasfaltata ma i binari non erano stati rimossi, erano stati semplicemente sepolti, come avvenuto in molti altri luoghi di Torino, come corso Orbassano o piazza Robilant. I binari in questione furono rinnovati nella tarda primavera del 1985 e pertanto sono rimasti in uso per quasi 17 anni contro una possibile vita di 40 anni.

Torna l’Olio Carli sui tram

Pubblicità, Serie 2800

Come lo scorso anno, anche nel 2019 l’Olio Carli si affida a una coppia di tram per la propria pubblicità natalizia: le prescelte di questa volta sono la 2882 (in foto) e la 2877. Gli empori sono negozi in cui è possibile acquistare non solo il celebre olio ma anche tanti altri prodotti della tradizione alimentare ligure e mediterranea.

2878: un tram profumato

Pubblicità, Serie 2800

Dall’autunno 2018 sono 580 le profumerie Douglas in Italia in seguito alla trasformazione dei 460 negozi a insegna Limoni e La Gardenia, dopo l’acquisizione da parte del gruppo Cvc (a cui appartiene Douglas) che si sono aggiunte ai 120 punti vendita già marchiati Douglas. Questa fusione ha dato origine alla più grande catena di profumerie in Italia con un fatturato totale che nel 2017 ha raggiunto i 486 milioni di Euro. Forte di questi introiti e con l’avvicinarsi del periodo natalizio, momento proficuo per le vendite dei cosmetici, il gruppo ha puntato sulla pubblicità integrale e la vettura scelta è stata la 2878 che circola da diversi giorni e riconoscibile perché colorata per metà rosa e per metà nera.

Torna il tram sempre in orario

Pubblicità, Serie 2800

Dopo circa due anni torna la marca Hamilton, una nota azienda americana fondata nel 1892 in Pennsylvania produttrice di orologi da polso di lusso, che decora la fiancata della 2886. Lo slogan: spirito americano, precisione svizzera. Chissà se porta bene anche al tram, se anche lui rispetterà gli orari!

Tema WP & Icone di N.Design Studio. Versione personalizzata da Tramditorino.it
Accedi