Potenziare il 13 bus… ma come?

Gtt, Linea 13, Rassegna stampa Commenti disabilitati su Potenziare il 13 bus… ma come?

1196_linea13

Si aguzzino gli occhi nell’immagine in alto perché anche la redazione di Tramditorino stentava a credere che in ora di punta sia stato possibile mettere in servizio sulla linea 13 bus un autobus suburbano a due porte, uno di quelli usati un tempo sul 30 o ancora visibili sul 19 e sul 77! Evidentemente la scarsità di veicoli disponibili ha raggiunto punte inimmaginabili. A fronte di questo ci viene da chiedere come faranno a mettere in atto quanto dichiarato in questo comunicato stampa:

amm-potenziamento13

Lunedì mattina verificheremo… vista la coperta corta, se da una parte si aggiunge, da qualche altra si dovrà pur togliere!

Carte false per il bus

Linea 13 Commenti disabilitati su Carte false per il bus

Firmefalse13

12 luglio 2013. Chissà quali provvedimenti sono stati presi nei confronti di chi ha falsificato le firme o se costoro hanno ancora credibilità verso il comune. O più semplicemente le firme false sono di moda e sono l’unica via per raggiungere il successo?

Piazza Hermada: a scempio di aggiunge scempio

Linea 3 Commenti disabilitati su Piazza Hermada: a scempio di aggiunge scempio

piazza-hermada-addio-pub

Il 24 febbraio 1989 Stampasera titolava in modo molto polemico “Piazza Hermada, addio”, riferendosi all’inaugurazione del capolinea della metropolitana leggera numero 3. Tante proteste per la perdita di quel giardino, della storia di quel Pont Trombëtta sul Rio San Martino, coperto a inizio ‘900 che permise la realizzazione della piazza (quindi con gente che rimpiange sia la piazza che il ponte e il Rio… senza pensare che è la piazza stessa ad aver cancellato il rio).

Neppure 25 anni dopo, quella piazza viene nuovamente presa di mira dal comune, il quale elimina il tram ed abbandona del tutto il capolinea di piazza Hermada, anche se durante gli anni non se ne era mai del tutto interessato, visto il degrado che serpeggiava, sin dai servizi igienici installati per i tranvieri della linea 3, totalmente distrutti e vandalizzati, senza mai essere ripristinati.

L’unica cosa che è rimasta sono le proteste. Proteste di chi prima non voleva il tram ed ora rimpiange l’eliminazione del servizio. Di chi auspica oggi una navetta Hermada-Tortona perché non vuole salire e poi scendere dal 75 (eppure anche dalla navetta bisogna poi scendere per cambiare… mah), dei commercianti che hanno perso clienti perché privati del tram (alla faccia dei loro colleghi di via Bologna che vedono nel tram la fine dei loro commerci)!

Lo scempio fatto con la linea 13 non cancellano né devono far passare in secondo piano la scellerata idea di eliminare il tram da corso Gabetti e piazza Hermada. Un tratto di linea costruita con lo standard della metrotranvia, inaugurata neanche 25 anni fa ed oggi abbandonata. Chissà quanti utenti, scesi dal tram all’ospedale Gradenigo, dopo aver atteso, magari pure a lungo, il 75, mentre sono imbottigliati nel traffico sul ponte, osservano con rabbia e amarezza i binari in sede propria, sui quali il tram eludeva velocemente la coda.

Linea 4 limitata in Str. Cascinette

Linea 4 Commenti disabilitati su Linea 4 limitata in Str. Cascinette

A causa del danneggiamento della linea area, nel tratto Str. Cascinette-Falchera, dovuto ad un pantografo difettoso, avvenuto nella sera del 28 gennaio, la linea è limitata in strada Cascinette ed un servizio navetta bus copre il tratto scoperto.

Il percorso è stato ripristinato intorno alle ore 11 del 30/1.

Linea 9 deviata per potatura piante

Gtt, Linea 9 Commenti disabilitati su Linea 9 deviata per potatura piante

Dal 1° febbraio al 16 febbraio, causa potatura piante, la linea 9 sarà deviata, in entrambe le direzioni, per corso Vinzaglio, piazza XVIII Dicembre, corso San Martino, via Cibrario.

Questo percorso è il medesimo che è al vaglio tra le possibili modifiche (vedi notizia del 31 dicembre). Si coglierà l’occasione per testare i carichi della linea deviata?

2872 pubblicitaria Antonioli

Pubblicità, Serie 2800 Commenti disabilitati su 2872 pubblicitaria Antonioli

Le 2800 sono tornate ufficialmente di moda per la pellicolatura integrale. Dopo le prime, timide, apparizioni grazie a Vueling e poi il successivo arrivo di Borbonese, è giunta l’ora anche per Antonioli. Da un paio di giorni la nuova pubblicità integrale di Antonioli fa la sua mostra sulle fiancate della 2872.

2872antonioli

13/ al Rondò della Forca

Gtt, Linea 13, Linea 13/ Commenti disabilitati su 13/ al Rondò della Forca

Dal 20 gennaio  il 13/ sarà prolungato fino al Rondò della Forca. E’ questo il tentativo per risolvere i problemi in piazza Statuto… vedremo.

13/ al via (parte IV)

Gtt, Linea 13, Linea 13/ Commenti disabilitati su 13/ al via (parte IV)

Chiudiamo il nostro reportage segnalando altre situazioni (dopo quelle viste nelle parti I, II e III) degne di quando le cose vengono fatte di fretta e senza ben riflettere o conoscere la realtà dei fatti.

Alle fermate sono ancora presenti gli orarietti di passaggio del servizio tram, con le frequenze. Qui in basso la foto alla fermata 453-RISORGIMENTO. Guardatele bene perché frequenze così saranno solo un lontano ricordo…

13bus2 (4)

La parte migliore, invece, arriva dalle paline, dove le fermate della linea 13/ sono un po’ aleatorie. Notate che dopo XVIII Dicembre, il 13/ ferma a Statuto e poi a Statuto Cap, peccato che alla fermata Statuto transitino i 13/ sia verso il capolinea, sia verso il centro città: il modo migliore per creare confusione nelle persone. Inoltre quella medesima fermata non viene utilizzata dalla linea 10 che giunge dal medesimo binario usato dal 13/.

palina13

Ora andiamo a vedere qualche punto critico del percorso. Da piazza Campanella l’immissione su via Servais, direzione nuovo capolinea, prevede il dare precedenza alla stessa via, con conseguente perdita di molto tempo causa traffico di via Servais. In direzione opposta, invece, è stato necessario eliminare numerosi parcheggi (anche se qualche irriducibile resta, vedi foto) per permettere al bus di svoltare. Dato che in quell’angolo è presente un bar, si può immaginare quanto quegli spazi vuoti possano essere appetibili. Notare sulla destra i parcheggi a lisca di pesce, un modo come un altro per “favorire” la manovra degli autosnodati.

13bus2 (15)

Un’altra svolta molto ostica è quella che dal controviale di corso Tassoni porta in via Cibrario, direzione Gran Madre. Qui è impossibile non svoltare senza invadere la corsia opposta. Nessun problema se è vuota, lo diventa se c’è qualche veicolo fermo al semaforo, attestato alla linea di arresto. Se ciò capita, o si allarga, uscendo dalla preferenziale, oppure impone al 13 che svolta di attendere il verde su via Cibrario, bloccando di fatto l’intero controviale di corso Tassoni. Anche qui sarebbe bastata una nuova linea di arresto, ma evidentemente chi studia sulla carta i percorsi non si sognerebbe mai di andarli a vedere dal vivo, a bordo di un autobus.

13bus2 (18)

Qui ci fermiamo, anche se di cose da segnalare ce ne potrebbero essere molte altre, ma questo non è il nostro lavoro: c’è gente pagata profumatamente che si dovrebbe occupare di controllare tutti questi aspetti in fase di studio di modifiche. Ma come detto sin dall’inizio, quando si parla di “rimodulare” un servizio non vuol dire nien’altro che “tagliare”. E le numerose immagini dimostrano che se forse non avevamo ragione sin dall’inizio, di certo non abbiamo mai avuto torto.

13/ al via (parte III)

Gtt, Linea 13, Linea 13/ Commenti disabilitati su 13/ al via (parte III)

Eccoci al terzo capitolo del nostro reportage sulla nuova linea 13.

Una delle motivazioni dell’introduzione del bus è l’accessibilità ai veicoli da parte dell’utenza diversamente abile. Vediamo un po’ come sono le fermate lungo il percorso, soprattutto nella parte più controversa, ovvero via Nicola Fabrizi, via Bianchi e via Servais. Purtroppo benché il sito Gtt dia tutte le fermate accessibili ai disabili, l’unica vera fermata con accesso a raso è quella di piazza Risorgimento, direzione centro (452-RISORGIMENTO):

13bus2 (2)

In tutte le altre (e nelle due immagini seguenti ci sono 455-TASSONI e 453-RISORGIMENTO) il marciapiede è talmente basso che far passare quei tratti di strada come adeguati all’utenza disabile è una presa in giro. Inoltre in tutte le fermate mancano i percorsi tattili per gli ipovedenti. L’utenza “disabile” non è solo quella sulla sedia a rotelle… purtroppo è solo quella più nota.

13bus2 (1) 13bus2 (3)

Andiamo invece a vedere fermate a raso dove però l’arroganza e il menefreghismo rendono di fatto tutto il lavoro inutile. Uno degli svantaggi del tram è non poter cambiare direzione, quindi un’auto sui binari blocca tutto: in presenza di un autobus, invece, la gente si sente autorizzata a parcheggiare ovunque, tanto c’è lo sterzo e anche se una corsa ferma distante dal marciapiede, chissenefrega. Il tram non piace perché obbliga a rispettare le regole. Ecco qua un po’ di scene di ordinaria inciviltà:

2388-TELESIO

Tre auto occupano tranquillamente l’area di fermata. Ma nessun problema, le 4 frecce risolvono tutto…

13bus2 (7) 13bus2 (6)

1986-COSSA OVEST

Anche qui il trio di auto occupa allegramente la fermata…

13bus2 (8) 13bus2 (9)

1985-COSSA OVEST

Sul lato opposto della fermata precedente, le auto pur di stare più numerose, sono direttamente parcheggiate a lisca di pesce! L’autobus per fermarsi deve addirittura invadere parzialmente la carreggiata opposta!
Non si può pretendere di avere vigili ad ogni fermata, in tutte le ore, perché è una soluzione utopica. L’unico vero modo per risolvere alla radice il problema è posare un binario e rendere qualsiasi sosta selvaggia un’interruzione di pubblico servizio…

13bus2 (14) 13bus2 (13)

La nuova frequenza del 13, soprattutto in ora di punta, è di fatto quasi dimezzata rispetto alla situazione ante modifica. Ci si accorge bene della differenza in piazza Campanella dove, un tempo, verso le 8-9 del mattino sostavano 2-3 tram ed oggi, invece, arriva un autobus dopo 10-12 minuti di attesa. La medesima scena si ripete un po’ a tutte le fermate dove la gente si chiede se, per caso, è saltata una corsa. No, niente di tutto ciò, semplicemente il servizio è stato “rimodulato”.

13bus2 (16) 13bus2 (17) 13bus2 (19)

Nell’ultimo capitolo andremo a vedere qualche problema legato alla minore manovrabilità di un autobus in spazi ridotti. Clicca qua per la parte I e parte II.

13/ al via (parte II)

Gtt, Linea 13, Linea 13/ Commenti disabilitati su 13/ al via (parte II)

Eccoci qui ad esaminare l’accessibilità della nuova linea 13. Giustamente ora che ci sono gli autobus con pianale ribassato, la linea si può dichiarare accessibile. Ma è vero ciò?
Oltre i mezzi, è necessario che anche le fermate lo siano, altrimenti è solo una grossa presa in giro o, più semplicemente, i disabili sono tirati in causa, in modo meschino, come scusa per giustificare certe scelte.

Abbiamo già visto la fermata “2427 – BONSIGNORE“, finora sempre utilizzata dai tram e dai bus in modo indistinto, ma da oggi il servizio passeggeri bus è limitato alla porta anteriore perché la fermata non è accessibile ai disabili causa gradino (benché sul sito Gtt sia segnata con il suo bel logo del disabile). La logica vorrebbe o l’adeguamento oppure la sua soppressione…

Nuovo13b (1)

Guardiamo ora la fermata “457 – FABRIZI” in corso Tassoni. Come si può ben vedere la banchina è alta e sul sito Gtt è segnata come accessibile ai disabili.

Nuovo13b (14)

La fermata sarò anche a raso, ma fisicamente un autosnodato, per quanto si possa impegnare, non ha lo spazio di manovra tale da potersi avvicinare più di tanto, come mostra la foto in basso. Pazienza, si apre la pedana, si fa qualche manovra in più ma il disabile in qualche modo potrebbe scendere…

Nuovo13b (19)

Una volta sceso dal bus, a pianale ribassato, ecco che ostacoli deve superare:

Nuovo13b (15)

Questa è la vera attenzione ai disabili? O sono solo tirati in ballo quando fa comodo, ma poi in realtà a nessuno interessa se effettivamente le cose sono come vengono vendute.

Attraversiamo la strada e andiamo alla fermata “1144 – FABRIZI” finora usata per il solo servizio serale bus. Gli autobus provenienti da via Nicola Fabrizi devono svoltare sul controviale di corso Tassoni, non possono effettuare fermata in corrispondenza del viale centrale, come invece fatto dal tram. Anche qui, come in piazza Statuto, si sono dimenticati un pezzo, visto che è rimasto ancora l’adesivo “servizio serale”…

Nuovo13b (16)

Ecco come si presenta la fermata: auto parcheggiate (neanche tante al momento della foto!), bidoni dei rifiuti e marciapiede pressoché inesistente. Sul sito Gtt la fermata non è segnata accessibile ai disabili, ma se la linea è accessibile, non dovrebbero esserlo anche tutte le sue fermate?

Nuovo13b (17)

Ecco quindi come il bus può svolgere il servizio passeggeri:

Nuovo13b (18)

Domani proseguiamo sul resto della linea…

Clicca qua per vedere la parte I. E qua anche le parti III e IV.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
Accedi